Basket, il Derby d’andata è di Roseto: Teramo lotta ma cede ad un super Amoroso

RENNOVA TERAMO A SPICCHI – LIOFILCHEM ROSETO 78-85 (25-23; 45-52; 61-67; 78-85)

RENNOVA TERAMO: Serroni 3, Wiltshire 3, F.Faragalli n.e, Guilavogui, C.Faragalli 6, Rossi 6, Massotti n.e, Esposito 23, Tiberti 13, Lanzillotto n.e, Di Febo n.e, Di Bonaventura 24. Coach Giorgio Salvemini

LIOFILCHEM ROSETO: Pedicone n.e, Di Emidio 6, Cocciaretto, Sebastianelli, Palmucci n.e, Ruggiero 12, Pastore 14, Amoroso 26, Llukacej n.e, Nikolic 6 , Serafini 6, Lucarell 15i. Coach Tony Trullo

ARBITRI: Fabbri e Palazzo

Note: tiri da due Teramo 19/33, Roseto 19/30. Tiri da tre 10/25, 12/32. Tiri liberi 10/12, 11/12. Rimbalzi 34 (23+11), 30 (20+10)

 

Se lo aggiudicano gli ospiti il derby fra Teramo e Roseto, che tornano a sfidarsi in campionato a 15 anni dall’ultima volta (allora in Serie A1).

I ragazzi di Trullo passano al Pala Acquaviva, al termine di una partita ben giocata da entrambe le squadre, con il risultato di 78-85. Performance da incorniciare per Giorgio Di Bonaventura nelle fila della Rennova e per Valerio Amoroso nella Liofilchem.

Difese protagoniste in avvio di gara, interpretato con grande intensità dai due quintetti.  2-0 dopo 2’ in virtù del 2/2 dalla lunetta di uno dei tanti ex, Di Bonaventura. Il primo canestro dal campo lo firma Gianmarco Rossi, con una bomba. Roseto si sblocca poco più tardi con Pastore e Serafini, ma dall’altra parte cinque punti in fila di Esposito.

Fase di gara divertente con i padroni di casa avanti 12-9 al 5’. +8 per la Rennova con un siluro di Di Bonaventura e un’altra finalizzazione di Esposito. Serafini sembra essere quello più in palla in casa rosetana, realizzando 8 dei primi 12 punti biancazzurri. Entra bene nel match Amoroso, che tiene a galla gli ospiti e serve a Di Emidio la palla del 25-23  che chiude un primo quarto giocato a ritmi elevatissimi.

Primo vantaggio per la Liofilchem con la bomba di Di Emidio. La risposta teramana è firmata da Cristiano Faragalli dalla lunga distanza ma Amoroso non ci sta e riporta avanti i suoi. La partita continua ad essere piacevole con continui sorpassi e controsorpassi. Roseto prova un mini-allungo con quattro punti consecutivi di Lucarelli, così Salvemini chiama time-out sul 36-41 a 4’53” dall’intervallo lungo.

I ragazzi di Trullo scappano ulteriormente con Amoroso, già in doppia cifra. Teramo non segna più e Lucarelli colpisce da tre punti per il +10 della Liofilchem: nuovo time-out per il coach locale a 2’34” dalla fine del secondo periodo. Ci pensa Di Bonaventura, prima in penetrazione e poi con una tripla, a sbloccare i biancorossi da quota 36. Valerio Amoroso ha però la mano calda e piazza altre due bombe. Si rientra negli spogliatoi sul 45-52. Superlativi Di Bonavenutura con 15 punti e Amoroso con 16.

La ripresa si apre con un tiro da tre di Alessandro Esposito che va a segno. Trullo trova punti importanti da Pastore mentre Salvemini viene ripagato da Wilshere con la bomba del 53-57 al 22’. Da applausi i canestri di Nikolic e Tiberti, che va a schiacciare dopo essere stato servito magicamente da Di Bonaventura. 55-61 al 25’.

Ancora sugli scudi Tiberti, in ombra nella prima parte di gara. Black-out ospite, Teramo impatta sul 61-61 ma la parità dura pochissimo perché è arrivato il momento per Amoroso di tornare a colpire: tripla e Liofilchem di nuovo avanti. Ci pensa Pastore, sempre da tre punti, a far dilatare prima della fine del terzo quarto il vantaggio ospite sul 61-67.

Amoroso è tutt’altro che appagato e buca ancora la retina da fuori; Esposito con un 2+1 dà respiro alla Rennova. 67-70 al 32’ dopo la terza bomba di uno scatenato Di Bonaventura.  Jolly di Ruggiero che si inventa una tripla allo scadere dei 24” di possesso. Sono sei le lunghezze di vantaggio per i biancazzurri a 6’ dal termine. 73-77 invece il punteggio al 35’.

Gran penetrazione di prepotenza di Lucarelli e 2/2 dalla lunetta di Amoroso. Brillano ancora Di Bonaventura e Amoroso. +8 Liofilchem al 37’. La palla scotta, la stanchezza si fa sentire ed aumentano gli errori da ambo le parti. Time-out sul 77-83 a 100”dalla fine  con due tiri liberi per Tiberti, che fa ½.

Il successivo canestro in equilibrio precario di Lucarelli sarà l’ultimo della gara, perché poco dopo arrivano il fallo in attacco di Esposito e due extra possessi per Roseto che spegneranno le velleità di rimonta dei teramani, sconfitti 77-85.