Basket, Giulianova castiga Roseto: terzo ko di fila, è crisi per la Liofilchem

GIULIA BASKET  GLOBO GIULIANOVA – LIOFILCHEM ROSETO 66-59 (16-8; 16-14; 21-22; 13-15)

GIULIANOVA: Di Carmine 10, Panzini 12, Spera, Tersillo, Tognacci 8, Malatesta n.e, Thiam 8, Lurini 3, Cacace 21, Dron 4, Cantarini n.e. Coach Andrea Zanchi

ROSETO: Pedicone n.e, Valentini n.e, Di Emidio 11, Cocciaretto n.e, Sebastianelli, Palmucci n.e, Ruggiero 15, Pastore 3, Amoroso 13, Nikolic 12, Serafini 3, Lucarelli 2. Coach Tony Trullo

ARBITRI: Spinelli e Coraggio

Note: tiri da due Giulianova 14/30, Roseto 15/29. Tiri da tre 10/26, 3/24. Tiri liberi 8/13, 20/26. Rimbalzi 34 (28+6), 42 (31+11)

 

Sul neutro di Atri la Globo Giulianova batte 66-59 la Liofilchem Roseto, obbligando i ragazzi di Trullo alla terza sconfitta consecutiva.

Sotto di 19 punti sul finale del terzo quarto, gli ospiti si riportano sul -3 a meno di 4’ dalla fine, ma i giuliesi grazie soprattutto ad un super Cacace sono riusciti a portare a casa un successo meritato.

Partono subito meglio i giallorossi realizzando con Panzini e con lo stesso Cacace. La Liofilchem incontra più difficoltà del previsto nelle prime battute di gara in fase offensiva. I padroni di casa, dopo qualche errore, ne approfittano con Di Carmine e Thiam: time-out Roseto sull’8-0 dopo oltre 4’di gara. La musica non cambia, Ruggiero perde palla e Di Carmine realizza in sottomano. Dopo la prima metà di frazione, la Giulia è avanti di 10. Primo canestro dal campo per gli ospiti con una bomba di Di Emidio. Crescono in fase difensiva Amoroso e compagni, così Zanchi chiede anche lui un’interruzione di un minuto all’8 sul 12-5. Trullo getta nella mischia Nikolic che firma immediatamente il -5, ma i biancazzurri concludono un pessimo primo quarto sotto 16-8.

 

9 palle perse in 11’per Roseto: se non è un record manca poco per esserlo. La partita però diventa più gradevole. Lo scatenato Panzini, supportato da Lurini, lancia Giulianova sul +14. La Liofilchem abbozza una reazione con quattro punti di fila di Nikolic. 27-18 il punteggio al 15’ dopo un 2/2 dalla lunetta di Amoroso. Panzini però subito dopo va in doppia cifra con una tripla. Errori in attacco da ambo le parti, con le squadre che fanno tanta confusione e regalano ben poco spettacolo ai pochi spettatori ammessi ad assistere al match sul neutro di Atri. Si va all’intervallo sul risultato bassissimo di 32-22.

Il primo canestro della ripresa lo segna Thiam, sull’ennesima palla persa dai ragazzi di Trullo. Il numero 19 giuliese si ripete, riportando i suoi sul +14. Gioco da tre punti di Pastore, fin lì evanescente; dall’altra parte però arrivano le bombe di Cacace e Dron: diventato diciassette le lunghezze di distanza. 44-28 il punteggio al 25’.

Sale in cattedra Tognacci con due conclusioni dalla lunga distanza che valgono il +19 per la Giulia. Parziale di 0-8 rosetano, time-out Giulianova sul 50-39. Cresce l’agonismo e si accendono gli animi in più di un frangente. Il buon momento dei biancazzurri prosegue con due liberi Amoroso, che porta i suoi sul -9 confermato anche a fine frazione: 53-44 al 30’.

Il punteggio non varia per oltre due minuti, poi segna Amoroso da sotto. 0/2 dalla lunetta per Serafini, si rimane 53-46 a 7’ dalla fine.  Giulianova si sblocca con la tripla di Cacace, che riporta sulla doppia cifra il vantaggio dei giallorossi. Amoroso si fa valere sotto canestro e trova un 2+1 provvidenziale in questa fase per la Liofilchem. Segna anche Nikolic, 56-51 al 35’.

I padroni di casa sembrano non trovare più il bersaglio, ma gli ospiti non è che facciano molto meglio e trascorrono 100 secondi col punteggio invariato, poi però Nikolic fa -3. E’ancora Cacace con un gioco da tre a regalare nuovo ossigeno alla Giulia: è sempre lui a trovare la bomba del 62-53 che costringe Trullo a chiamare un disperato time-out a 2’20” dal termine.

4/4 dalla linea della carità per Ruggiero, la gara non è finita. Roseto avrebbe un’ulteriore opportunità per assottigliare il divario, ma Cacace recupera palla e si guadagna due tiri liberi, che concretizza.

Di Emidio sbaglia la tripla, +7 e palla in mano per Giulianova che ormai ha in mano il match: stavolta Cacace fa ½ dalla lunetta ma il quintetto di Zanchi riesce comunque a portare a compimento quella che alla vigilia veniva vista come un’impresa, trionfando 66-59.