Basket, finale play-off Serie B: non c’è storia a Nardò, Roseto strapazzata in gara 1

Ultimo Aggiornamento: domenica, 13 Giugno 2021 @ 21:23

FRATA NARDO’ – LIOFILCHEM ROSETO 87-52 (33-8; 21-18; 26-17; 7-9)

NARDO’: Petrucci 17, Stella 12, Burini 15, Dip 6, Cappelluti, Coviello 12, Bartolozzi 2, Jankovic, Bjelic 4, Enihe 11, Cepic, Fontana 8. Coach Michele Battistini

ROSETO: Pedicone 2, Di Emidio 13, Cocciaretto, Sebastianelli 2, Palmucci, Ruggiero, Pastore 5, Amoroso 6, Nikolic 12, Serafini 4, Lucarelli 8. Coach Tony Trullo

ARBITRI: Venturini e Luchi

Note: tiri da due Nardò 18/28, Roseto 15/42. Tiri da tre 12/29, 6/26. Tiri liberi 15/27, 4/8. Rimbalzi 39(36+3), 42 (29+13)

Una batosta di dimensioni pantagrueliche quella subita al Pala Pasca di Nardò dalla Liofilchem Roseto, che interrompe una serie positiva di 10 vittorie consecutive naufragando in gara 1 della finale play-off valevole per l’accesso in A2 col punteggio di 87-52.

Gara senza storia, con la squadra di Trullo troppo brutta per essere vera e che non ha mai dato idea di poter impensierire gli avversari o di aver trovato le contromisure per limitarli in fase offensiva: elementi che preoccupano non poco anche in vista dei match successivi, a cominciare da quello in programma sempre in terra salentina martedì alle 20:30.

I padroni di casa dominano fin dalle battute iniziali, con Burini scatenato: il numero 3 locale va a bersaglio per tre volte consecutive; Roseto si sblocca con una tripla di Lucarelli a cui risponde con uno schiaccione Dip, servito dall’ex Petrucci. Arriva anche la bomba di Coviello: 11-3 dopo 3’ e time-out Liofilchem, che ha già all’attivo 4 palle perse. Gli ospiti tornano a muovere il punteggio sempre con Lucarelli da tre ma Burini lo imita pochi istanti dopo. 15-6 il risultato a metà frazione.

Il divario supera la doppia cifra con un canestro di Dip e con i primi tre punti di Petrucci, che si ripeterà poco più tardi e sarà imitato da Stella: Frata sul +20. Il momento d’oro dei padroni di casa prosegue, con Roseto che al contrario sbaglia di tutto: il primo quarto termina così sul 33-8.

In avvio di secondo periodo i pugliesi allentano leggermente la morsa ma i biancazzurri non ne approfittano a dovere, assottigliando il divario di appena cinque lunghezze. Nardò torna a segnare con Bartolozzi, mentre Roseto trova la seconda tripla consecutiva di Di Emidio. Il quintetto di casa realizza altri cinque punti in fila con Stella, allungando sul 42-16 al 15’. ù

Anche Fontana partecipa alla festa e Nardò vola sul +30. Trullo chiama un altro time-out a 1’38” dall’intervallo lungo con ventisei punti da recuperare ma con Fontana in lunetta alla ripresa del gioco: farà 0/2. L’ultimo canestro della frazione lo realizza Dip e si torna così negli spogliatoi sul 54-26.

Più equilibrio nei primi 2’ della ripresa ma arrivano altre bombe di Coviello e Petrucci a portare le lunghezze di vantaggio per i salentini a trentatre. Cucchiaiata di brodino per la Liofilchem con due liberi di Lucarelli ma Petrucci mette la quinta tripla della sua gara, che vale il +34. 66-36 il punteggio al 25’.

Nei minuti successivi Roseto non riesce mai a trovare un parziale tale da poter permettere di ridurre il gap; anzi, nel finale di periodo arriva un ulteriore allungo della Frata che si porta su un incredibile +39. Il terzo quarto termina dopo due liberi di Sebastianelli sull’80-43.

L’ultima frazione ha assai poco da dire, con Nardò ormai appagata e con entrambe le squadre che iniziano a conservare le forze in vista di gara 2 in programma già martedì. Il match termina sull’87-52.