Basket, finale play-off B: Roseto più forte dell’emergenza, discorso promozione rinviato a Gara 5

Ultimo Aggiornamento: domenica, 20 Giugno 2021 @ 23:47

LIOFILCHEM ROSETO – FRATA NARDO’ 74-64 (16-24; 14-15; 24-13; 20-12 )

ROSETO: Pedicone n.e, Gaeta n.e, Valentini n.e, Di Emidio 6, Cocciaretto n.e, Sebastianelli , Palmucci n.e, Ruggiero 20, Pastore 14, Amoroso 16, Nikolic 8, Lucarelli 11. Coach Tony Trullo

NARDO’: Petrucci 8, Stella 12, Burini 8, Dip 6, Cappelluti n.e, Cavalera n.e, Coviello 10, Bartolozzi 3, Bjelic 7, Enihe 6, Cepic n.e, Fontana 4. Coach Michele Battistini

Note: tiri da due Roseto 14/30, Nardò 14/26. Tiri da tre 10/32, 10/32. Tiri liberi 17/21, 6/13. Rimbalzi 44 (32+12), 32 (28+4)

Senza Serafini e con un Amoroso in gran serata espulso a 7’ dalla fine, la Liofilchem Roseto riesce comunque a trovare le energie per l’allungo decisivo utile a battere 74-64 la Frata Nardò in Gara 4. Sarà il match di mercoledì prossimo in Salento a decretare chi tra il quintetto rosetano e quello neretese approderà nel prossimo campionato di A2.

Partono meglio i salentini. Il primo canestro della gara arriva dopo un minuto e lo realizza la squadra ospite con Enihe. Nardò va ancora a segno due volte con Dip. I padroni di casa si sbloccano dopo quasi 3’30” con Nikolic. Liofilchem a bersaglio con Amoroso e Ruggiero, 6-8 il parziale dopo 5’. Coviello realizza la prima bomba della gara. Le squadre replicano colpo su colpo alle giocate avversarie, con i ragazzi di Battistini sicuramente più ispirati in fase offensiva rispetto a quarant’otto ore prima. Nardò negli ultimi 100 secondi del periodo allunga sul +10 con le triple di Stella e Bjelic. Due liberi di Amoroso accorciano le distanze in chiusura di tempo sul 16-24.

Il divario torna a toccare la doppia cifra con un semigancio di Bjelic e la supera con un’altra bomba di Stella. Trullo chiama time-out sul 18-31 a 7’30” dall’intervallo. Dopo un minuto di sciagure tecniche da ambo le parti è il coach ospite a richiedere un’altra interruzione. Roseto continua a sbagliare di tutto e di più in attacco, ma riesce quantomeno ad attutire le problematiche in difesa. Risultato sul 20-31 al 15’.

Nardò interrompe il mini blackout offensivo con una bomba di Petrucci, a cui risponde prontamente Ruggiero (fino ad allora la Liofilchem era sullo 0/9 da tre). I neretesi volano sul +15 con un altro siluro dalla lunga distanza firmato da Petrucci. Un paio di errori in attacco e una bomba di Ruggiero inducono Battistini a chiamare time-out a poco più di un minuto dal rientro negli spogliatoi, con undici punti di vantaggio da amministrare. Proprio allo scadere arriva la tripla di Pastore che manda le squadre all’intervallo sul 30-39.

Si riparte con una nuova bomba di Ruggiero che riporta Roseto sul -6. Il capitano biancazzurro segna ancora, questa volta da due. Ci prova due volte senza esito Di Emidio dalla lunga distanza ma in entrambe le circostanze è Amoroso a catturare il rimbalzo e nell’ultima subisce il fallo che lo manderà in lunetta dopo il time-out richiesto da Battistini: l’esperto lungo campano fa 2/2 dalla linea della carità e porta i suoi a sole due lunghezze di distanza. La gara si accende anche sugli spalti, con entrambe le tifoserie che si fanno sentire.

La tensione è palpabile ed ogni palla scotta sempre più. Due bombe di Pastore riportano la gara in parità, sul 43-43, pochi secondi prima del 25’. Roseto è in trance agonistica e colpisce ancora dalla lunga distanza con Ruggiero. Coviello impatta di nuovo con una tripla fortunosa, alla quale risponde però Amoroso: Liofilchem ancora +3. Il festival della tripla prosegue con Stella, che poi realizza anche dalla media regalando il sorpasso agli ospiti. Roseto però timbra ancora allo scadere da tre con l’eterno Amoroso, che chiude la terza frazione sul punteggio di 54-52 in favore dei locali.

Di Emidio, fin lì a secco, realizza la bomba del +5 biancazzurro; dall’altra parte Coviello fa ½ dalla lunetta. Poco dopo, notiziaccia inaspettata per Roseto perché Amoroso, fin lì migliore in campo (16 punti e 13 rimbalzi in 30’), viene espulso per aver commesso il secondo fallo antisportivo (peraltro sono le uniche sanzioni personali attribuitegli): Trullo sarà costretto a giocare da qui alla fine con i soli Lucarelli e Nikolic nei ruoli di lunghi.

Burini però fa 0/2 dalla lunetta e la Liofilchem va a segno con Ruggiero. Nardò trova due punti da Fontana, Trullo chiama time-out sul 59-55 a 7’23” dalla fine. A Lucarelli replica Bartolozzi, 61-57 al 35’. Fallo tecnico di Bjelic, Ruggiero realizza dalla lunetta e serve poi l’assist a Nikolic che fa 2+1: Liofilchem +8. Nardò è particolarmente nervosa, perdendo la lucidità in attacco e venendo sanzionata con vari falli tecnici.

I biancazzurri scappano definitivamente con un canestro di Di Emidio ed un 2/4 (fallo su tiro da tre + tecnico) di Lucarelli dalla lunetta: 72-59 a 2’30”dal termine. Il match è in cassaforte per i biancazzurri che al suono dell’ultima sirena hanno la meglio 74-64. Il discorso promozione è rinviato a mercoledì prossimo: dovremo attendere altre 72 ore per scoprire chi fra Nardò e Roseto approderà in A2.