Artistica: Abruzzo protagonista al Campionato Nazionale CSI

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 28 Maggio 2018 @ 15:42

Atleti abruzzesi protagonisti al XVI° Campionato Nazionale di Ginnastica Artistica del CSI che si è svolto presso il Palazzetto dello Sport Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro (UD) dal 20 al 27 maggio 2018.

All’evento hanno partecipato 12 ginnasti aprutini in rappresentanza di due società del capoluogo teramano, la Nuova Ginnastica Teramo e la Ginnastica Teramo Libertas.

Sul piano agonistico, i giovani provenienti dalla nostra regione hanno fatto registrare un dato molto lusinghiero nel medagliere finale, con un totale di ben 18 allori conquistati. Scendendo nel particolare, la Nuova Ginnastica ha ottenuto quattro ori e un bronzo: Gianluca Di Mattia (Junior Super) e Gianmarco Dazi (Senior Super) hanno messo a segno una doppia doppietta (titolo nazionale assoluto e di specialità), mentre Benedetto Di Stefano è arrivato terzo nell’esercizio delle parallele pari.

Con le due medaglie portate a casa Gianmarco Dazi ha festeggiato nel migliore dei modi il suo diciottesimo compleanno, che cadeva proprio nel giorno della gara. Pur senza finire sul podio, anche gareggiato anche Gabriele Benetel, Giacomo Di Ludovico, Gianmarco Di Nicola, Leo Di Nicola e Manuel Nappi. Cinque ori, quattro argenti e quattro bronzi è invece il bottino di medaglie della Ginnastica Teramo Libertas.

In questo caso a recitare la parte del leone sono stati Alessandro Elia Mucci (categoria Tigrotti Super: campione italiano al corpo libero e al mini trampolino, secondo nelle parallele e nel concorso individuale, terzo al volteggio), Giona Cinquegrana (Tigrotti Super: secondo al mini-trampolino, terzo al mini-trampolino, al corpo libero e nella classifica assoluta) e Gregory Di Francesco (Junior Super: primo al corpo libero, al volteggio e alle parallele, secondo al mini-trampolino e nella classifica assoluta). Buona prestazione e ottimo piazzamento finale anche per Samuele Di Gennaro.

Per tutti resta la bella esperienza sportiva e umana vissuta nel corso dei sette giorni di gare che hanno trasformato Lignano Sabbiadoro nella capitale della ginnastica artistica arancio-blu.