venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeSport AbruzzoAltri sport AbruzzoRoseto ci crede per 30', poi crolla: gli Sharks cadono anche a...

Roseto ci crede per 30′, poi crolla: gli Sharks cadono anche a Forlì

Unieuro Forlì-Roseto Sharks 87-72

Parziali: 20-15; 39-41; 67-60; 87-72

FORLI’: Castelli 11, Fallucca 5, Naimy 20, Campori n.e, Jackson 15, Gallera, Bonacini 14, Severini 11, Thiam 4, Ravaioli, Pinza, De Laurentiis 7. Coach Giorgio Valli

ROSETO: Combs 17, Ogide n.e, D’Eustachio, Lupusor 13, Contento 4, Di Bonaventura 2, Lusvarghi 2, Zampini 8, Casagrande 10, Marulli 2, Infante 14. Coach Emanuele Di Paolantonio

ARBITRI: Boscolo, Bonfante, Puccini

Usciti per 5 falli: Contento

Per 30′ sembra di vedere un’altra Roseto rispetto alle gare precedenti, poi arriva una pioggia di triple e gli Sharks si arrendono in un amen. Cadono ancora i biancazzurri, questa volta a Forlì, dove l’Unieuro trionfa 87-72, dopo un parziale decisivo a cavallo fra terza ed ultima frazione.

I biancazzurri, complice il contemporaneo successo esterno di Bergamo a Piacenza, rimangono gli unici a non avere ancora ottenuto vittorie.

Entrambe le formazioni hanno dovuto rinunciare ai due pivot titolari, rispettivamente Diliegro ed Ogide. Regolarmente in campo fra gli Sharks capitan Casagrande, che ha recuperato da una lieve distorsione al ginocchio procuratasi in settimana.

Partono forte Naimy (4 punti) e De Laurentiis (3); Roseto invece a segno con Lupusor ed il fischiatissimo ex Infante: 7-4 dopo 2’. Marulli sembra ispirato e fornisce subito tre assist ai compagni. Allo scoccare del 5’, Infante regala il primo vantaggio (11-12) agli Sharks. Errori dalla distanza da ambo le parti, prima della tripla di Naimy. Ancora Infante va ad impattare sul 14-14. Nelle fila ospiti, Combs funge prevalentemente da play, mostrandosi più timido che mai in fase conclusiva; quando trova finalmente il coraggio va però due volte a sbagliare in penetrazione. Forlì riesce ad approfittare degli errori dell’americano ed allunga sul 20-14, costringendo Di Paolantonio al time-out. Prima della chiusura della frazione iniziale, Lupusor fa ½ dalla lunetta. 20-15 dopo 10’.

Due liberi di Bonacini aprono il secondo periodo, nel quale Combs si trasforma nel ‘fratello bravo’, quello che i rosetani aspettano di vedere fin dal suo approdo sulle Rive dell’Adriatico. Lo statunitense azzarda la tripla e colpisce per la prima volta nella gara. Lusvarghi cattura un rimbalzo offensivo e segna il primo canestro della sua stagione. Forlì in questa fase sbaglia l’impossibile ma si tiene a galla grazie a secondi tiri e qualche libero: Valli però nota che qualcosa non va per il verso giusto e chiama time-out sul 23-20 a 6’56” dall’intervallo.

Il baby Zampini senza alcun timore inchioda il siluro del 23-23. Roseto mette la freccia con due liberi di Lupusor ed un coast to coast di Contento, sciupando poi l’opportunità per allungare ulteriormente. Alla tripla di capitan Castelli replica Combs con la stessa pasta: 26-30 al 15’. Altra bomba per l’Unieuro con Severini. Fallucca regala il nuovo sorpasso al quintetto locale. Piove sul bagnato in casa Sharks: Marulli commette il suo terzo fallo e nell’occasione si fa male, abbandonando definitivamente il campo. Castelli tira fuori dal cilindro il canestro del +5. Magia di Combs e 2/2 di Casagrande dalla lunetta, Roseto torna -1. Ancora Combs recupera palla e Lupusor realizza il 37-38. Ingenuo il fallo di Zampini, che manda in lunetta Severini che segna entrambi i tentativi. Prima del rientro negli spogliatoi, superlativa entrata di Combs, che trova il 2+1 che manda le squadre all’intervallo con i biancazzurri avanti 39-41. Top scorer proprio l’esterno biancazzurro con 11 punti, mentre dall’altra parte l’ex Jackson è ancora fermo al palo.

Al rientro in campo, Castelli ruba palla e va a schiacciare. Forlì torna in vantaggio con la bomba di Naimy del 46-45 al 22’. Infante mette ripetutamente in difficoltà i lungi di casa e rimette avanti gli Sharks. Dopo il 2+1 di Castelli, continui botta e risposta fra i due quintetti, col punteggio che torna in parità in più occasioni. Ancora bomba di Zampini, 51-54 al 25’. Jackson però si schioda e realizza il siluro dell’ennesimo pareggio. Non solo triple per Zampini, visto che il classe 99’ va a bersaglio anche in penetrazione. Forlì ribatte colpo su colpo, prima di sferrare l’attacco decisivo. Sul 58-58 Lupusor fa 0/2 dalla lunetta, sul capovolgimento di fronte Jackson fa esplodere l’Unieuro Arena con una bomba. Il ripete si ripete poco più tardi con protagonisti diversi: 0/2 dalla linea della carità per Contento e tripla di Fallucca. Lupusor si ripresenta in lunetta con risultati migliori ma Jackson colpisce ancora dalla distanza. Il terzo quarto si chiude sul 67-60.

De Laurentiis al 32’ per il 69-60. Forlì aumenta l’intensità difensiva e continua a mitragliare da ogni posizione, volando sul + 20 a 6’ dal termine. Al 35’ i biancorossi conducono 82-64. Roseto non c’è più mentalmente e fisicamente, così i ragazzi di Valli hanno vita facile per portare a casa il successo. Combs ha però l’opportunità di rimettere gli Sharks sul -11 a 100”dal suono dell’ultima sirena ma fallisce la tripla. I tifosi di casa iniziano a festeggiare intonando la consueta ‘Romagna mia’. Il match termina sull’87-72.

Roseto ora è attesa da due partite chiave, prima in casa contro Piacenza e poi sul campo di Bergamo. Aspettando novità, attese già nei prossimi giorni, provenienti dal mercato.

BREAKING NEWS PIU' LETTE

ARTICOLI SUGGERITI

RELATED ARTICLES