-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Calcio a 5: il Pescara perde anche Gara 2, Luparense al match ball-scudetto

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 26 Ottobre 2017 @ 15:40

Un Pescara decimato dalle squalifiche e dagli infortuni si batte con grande coraggio e tanta determinazione per tutti i quaranta minuti, mettendo a larghi tratti in difficoltà i padroni di casa. Ma non basta: Gara 2 va alla Luparense, biancazzurri in partita sino a pochi secondi dalla fine

È delle migliori l’avvio della squadra di Colini, ieri sera in tribuna e sostituito per l’occasione da Marcio Forte e Daniele Di Vittorio. Biancazzurri concentrati e con un piano tattico preciso: pressare alto nel tentativo di rubar palla nelle zone nevralgiche del campo. Il gol di Rosa non è casuale ed è il frutto di una tattica studiata ad arte per rendere dura sin da subito la gara dei Lupi. I veneti continuano a subire il gioco dei pescaresi almeno sino alla metà del primo tempo, non riuscendo quasi mai a trovare  conclusioni facili. Inevitabile, però, a causa di una turnover ridotto, che il Pescara progressivamente riduca il proprio atletismo. La Luparense ne approfitta e nel finale di primo tempo in poco più di 90” rovescia il risultato, grazie ai gol in tap in di Brandi  e alla deviazione a centimetri zero di Mancuso.

Il Pescara che torna dagli spogliatoi è una squadra ancora molto concentrata, per nulla rassegnata e desiderosa di giocarsi le sue carte sino alla fine. Il gol di Coco non spegne le speranze dei pescaresi, che a più riprese sfiorano la realizzazione di quella rete che avrebbe avuto il potere taumaturgico di sostenere il morale dei biancazzurri e di riaprire i giochi. I padroni di casa si limitano ad aspettare e a non scoprirsi, mostrando un cinismo tattico da squadra esperta e navigata. Mati Rosa un po’ per mera sfortuna e un po’ per la tanta fatica accumulata, in due occasioni va vicinissimo al gol. La fortuna, però, decisamente non è dalla parte dei biancazzurri. Anche la carta del portiere di movimento, giocata da Marcio Forte a 6’ dalla sirena finale, non paga  ed è anzi la Lupa ad approfittare della rete sguarnita dei pescaresi, per arrotondare il successo. A nulla serve il gol di Duarte, tra i migliori dei suoi e tra gli ultimi ad arrendersi.

Gara 2 va così, come da pronostico, ai padroni di casa che avranno a disposizione ben tre match ball per cucirsi addosso lo scudetto tricolore 2017. Si tornerà a giocare, sempre a Bassano, domani sera, forse con una cornice di pubblico più ampia e consona ad una finale scudetto. È fuor di dubbio che nonostante tutte le traversie affrontate e una rosa ristretta ai minimi termini, Il Pescara ci proverà ancora. Potrebbe non bastare mai sicuro gli uomini di Colini non molleranno.

LUPARENSE-PESCARA 5-2 (2-1 p.t.)

LUPARENSE: Miarelli, Taborda, Honorio, Mancuso, Foglia, Coco, Lara, Khouc, Moufaddal, Brandi, Ramon, Morassi. All. Marin (squal., in panchina Lovo)

PESCARA: Capuozzo, Duarte, Morgado, Azzoni, Rosa, Cuzzolino, Tenderini, Ghiotti, Salas, Leggiero, Chimanguinho, Pietrangelo. All. Colini (squal., in panchina Forte e Di Vittorio)

MARCATORI: 1’58” p.t. Rosa (P), 13’31” Brandi (L), 15’14” Mancuso (L), 6’42” s.t. Coco (L), 18’25” Miarelli (L), 18’45” Duarte (P), 19’57” Mancuso (L)

AMMONITI: Ramon (L), Chimanguinho (P), Tenderini (P), Coco (L), Taborda (L), Foglia (L)

ARBITRI: Francesco Nitti (Barletta), Ettore Quarti (Imperia), Alessandro Maggiore (Bologna) CRONO: Riccardo Davì (Bologna)

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate