-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Basket, Smith dice 33: i Roseto Sharks distruggono la Ferrara di Trullo

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 21:16

Visitroseto.it Roseto – Bondi Ferrara 107-75

Parziali: 24-17;  48-30; 79-53; 107-75

ROSETO: Smith 33, Cantarini n.e D’Emilio n.e Fultz 22, D’Eustachio n.e, Fattori, Mariani, Mei 13, Casagrande 6, Amoroso 18, Paci, Sherrod 15. All.Emanuele Di Paolantonio

FERRARA: Soloperto 6, Mastellari, Ardizzoni, Zani n.e, Mastrangelo n.e, Cortese 13, Bowers 27, Moreno 9, Pellegrino 10, Roderick 8, Ibarra 2. All. Tony Trullo

Arbitri: Perciavalle, Foti, Callea

Spettatori: 2500

Usciti per 5 falli: nessuno

Roseto degli Abruzzi. Ritorno amaro a Roseto per Tony Trullo, con la sua Bondi Ferrara uscita con le ossa rotte dal PalaMaggetti. La Visitroseto.it domina per gran parte del match, vincendo 107-75. Brillano in tanti in casa Sharks, su tutti Smith con 33 (che secondo lo sciagurato scout ufficiale odierno ne avrebbe messi a bersaglio addirittura 40). Nelle fila ospiti, Bowers si sveglia troppo tardi, pur concludendo con 27 punti a referto. Roderick disastroso.

Prima della gara, minuto di raccoglimento in memoria delle vittime di Rigopiano, seguito da almeno 30 secondi di applausi del pubblico del PalaMaggetti. La Curva Nord ha prolungato il proprio silenzio per l’intero primo quarto, oltre ad esporre costantemente un (doppio) striscione con scritto ‘Terra mia non mollare’.

Roseto subito avanti 8-3 dopo 3’, 10-7 al 5’ con tutto il quintetto di casa già andato a segno. Primo vantaggio ospite sul 12-13 con lo schiaccione in contropiede di Roderick. Pellegrino fa valere la differenza di centimetri con Sherrod realizzando il +3 estense. La replica di Roseto è spietata. Di Paolantonio richiama in panchina Smith e Sherrod, trovando quattro triple: due con Fultz, una con Amoroso e Mei. Nel frattempo la Bondi va a bersaglio in una sola occasione con Pellegrino, così la prima frazione termina sul 24-17.

L’ex Moreno colpisce da 3 ma Fultz risponde prontamente. Amoroso seleziona con intelligenza i tiri, la squadra ne beneficia e Mei regala il +11, 33-22, costringendo Trullo a chiamare time-out con poco più di 6’da giocare prima dell’intervallo. Il parziale (9-0) biancazzurro  si dilata fino al 36-22. Un nervoso Roderick prova a prendersi in mano la Bondi, ma commette (in attacco) il suo terzo fallo personale. Sale in cattedra Smith, che trova 10 punti nel finale di frazione.  Si torna negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio 48-30. 14 di Smith, 13 di Fultz e 9 di Amoroso negli Sharks, 9 di Pellegrino nelle fila ospiti.

Moreno inaugura la ripresa con la seconda tripla personale. Cortese lo imita poco dopo, mentre Bowers fallisce l’ennesimo canestro da sotto. Roseto sembra non essere tornata in campo con il piglio giusto, Di Paolantonio se ne accorge e chiama time-out. Bowers stavolta non sbaglia, regalando il -10 ai suoi. Casagrande prova a sbloccare Roseto da 6 metri. Ferrara torna in due occasioni sul -7, ma prima Smith e poi Mei colpiscono dalla lunga distanza. Nel frattempo, Pellegrino commette il suo quarto fallo. Ferrara in questa fase conclude solo con Bowers, mentre Roseto è precisa dalla lunetta e trova due bombe con Amoroso. Time-out al 28’ sul 68-49. Il vantaggio biancazzurro si dilata ulteriormente prima della fine del terzo periodo, conclusosi sul 79-53.

Ultima frazione che ha ben poco da dire, se non l’interesse per la Visitroseto.it di ribaltare il -23 dell’andata.  Alla fine riesce ampiamente nel suo intento, trionfando 107-75.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate