Basket in carrozzina, Amicacci Giulianova cede in finale al Getafe

Giulianova. La DECO Group Amicacci conclude al secondo posto la Willi Brinkmann Cup, cedendo in finale contro gli spagnoli del Getafe. E’ stata una intensa tre giorni di coppa, con i match disputati a ritmo serrato tra i due palasport della città di Badajoz, in Extremadura.

 

 
La fase a gironi ha visto l’Amicacci passare il turno battendo nettamente i francesi del Toulouse e i turchi del Yalova e subendo una sconfitta dai padroni di casa del Mideba Extremadura, che conclude in prima posizione il girone A davanti alla squadra abruzzese. La semifinale, disputata nella serata di sabato, vede di fronte il BSR Ace Gran Canaria, che un mese prima ad Alba Adriatica sembrava aver estromesso l’Amicacci dall’Europa (riottenendo in seguito un posto dopo la rinuncia dei francesi dello Hyères), con la vittoria-beffa degli spagnoli sulla sirena. I giuliesi sfoderano una prova di carattere, scacciando via i fantasmi del passando e prendendosi la rivincita. I ragazzi di coach Abes, trascinati da un Simon Munn da 31 punti, questa volta mantegono alta la tensione dopo il vantaggio in doppia cifra con cui si conclude il primo tempo. Nella ripresa il livello del gioco resta alto rispondendo colpo su colpo ai tentativi dei canarini di riaprire il match, che si chiude con il punteggio di 55-67.
La finale mette di fronte il Getafe, che fin da subito dimostra di avere una marcia in più, con l’iraniano Gohlamazad e il polacco Bandura letteralmente immarcabili. L’Amicacci sembra essere scarica dagli impegni ravvicinati, e non riesce a trovare ritmo in attacco, subendo la fisicità degli avversari. La gara è a senso unico, con lo svantaggio che arriva già nel secondo quarto oltre i venti punti. Nella ripresa gli abruzzesi trovano più facilmente la via del canestro, ma i giochi sono ormai fatti. Finisce 83-57 per il Getafe che conquista così il suo primo trofeo continentale, confermado la sua crescita a livello internazionale. Terzo posto per Gran Canaria che ha battuto 48-51 il Mideba Extremadura nella finalina per il podio.
Rammarico in casa Amicacci, a cui vanno comunque i complimenti per l’ottimo torneo disputato. Si torna a pensare al campionato, con la gara di ritorno di semifinale a Seveso contro la Briantea Cantù, in programma sabato 30 aprile, dove dovrà difendere il vantaggio di dieci punti costruito in casa.