Serie D, il Notaresco riconferma Shiba e Marchionni

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 21 Luglio 2021 @ 14:41

Notaresco. È tempo di calciomercato e quindi di riconferme. In casa Notaresco sono Klejvis Shiba (portiere) e Lorenzo Marchionni (esterno offensivo) a rinnovare il sodalizio rossoblù.

Due riconferme importanti per il team teramano che ha concluso in seconda posizione il campionato appena concluso.

Si tratta di due giocatori fondamentali ma con ruoli ben diversi. Da una parte il portiere di origi albanesi Klejvis Shiba e dall’altra l’esterno offensivo Lorenzo Marchionni.

Shiba ha collezionato 37 presenze nell’ultima stagione ed è uno dei giocatori più schierati da mister Epifani. Oltre alle presenze, il numero uno rossoblù ha salvato diverse volte i suoi con grandi parate e diversi penalty respinti. Una pedina preziosa che è stata subito blindata dalla dirigenza.

“Restare a Notaresco è sempre stata una mia priorità anche perché, per tutta la stagione, mi sono sentito a casa – le parole di Klejvis Shibal’obiettivo è sempre quello di fare meglio e ci sono tutte le carte in regola per farlo. Non vedo l’ora di tornare in campo per iniziare una nuova annata sperando che il pubblico possa tornare sugli spalti, senza i nostri tifosi è difficile avere la giusta carica”.

Lorenzo Marchionni è invece la riconferma offensiva. Sei reti in 33 presenze nella stagione 2020/2021 per lui. Un classe 1994 che oltre alle reti messe a segno, risulta essenziale per gli assist forniti e le sgaloppate sulla fascia, talvolta decisive.

“Sono contento, ho accettato subito la proposta da parte della società – le parole di Lorenzo Marchionni a Notaresco ho trovato un piccola, grande famiglia. Abbiamo disputato una stagione super sotto tutti i punti di vista ma l’obiettivo, per la prossima, sarà quello di migliorarsi. Anche a livello personale dove vorrei segnare più reti anche per fornire un contributo maggiore alla squadra. Il possibile ritorno dei tifosi sugli spalti potrà darci, certamente, quella spinta in più anche perché il loro tifo ed il loro calore è fondamentale”.