Serie D, il Notaresco batte anche la Recanatese (2-1)

Seconda vittoria consecutiva per il Notaresco che dopo Castelfidardo, ha la meglio anche della più quotata Recanatese, mai in realtà in partita nel 2-1 finale per i rossoblù.

La squadra di Cudini preme subito sull’acceleratore, mettendo alla corde una Recanatese che per tutta la gara avrà un ritmo molto compassato. I rossoblù fanno invece della gioventù e delle rapidità di manovra le armi più letali, con Candellori che di un soffio dopo due minuti non trova il vantaggio. I padroni di casa pungono però tre minuti più tardi con l’immarcabile Liguori, bravo a far partire un mancino che beffa sul primo palo Sprecacè. Il Notaresco non si ferma qui: all’8 è ancora Liguori a propiziare l’iniziativa di Moretti che però non trova nessuno a centro area. Un minuto più tardi è ancora il 18enne esterno a rendersi pericoloso, con Moretti che non inquadra però la porta. La Recanatese fa estrema fatica a costruire qualcosa di interessante e così è ancora Notaresco e ancora Liguori, ma al 19’ sono traversa e sfortuna a negare il raddoppio ai rossoblù. L’unica vera occasione per la formazione di Alessandrini sarà quella del 21’, quando Mataloni fa partire un cross che Pera è bravo ad agganciare ma non a mettere alle spalle di Monti. Poi i marchigiani spariscono di nuovo dal campo ed il Notaresco torna a costruire palle gol: Moretti ha una doppia occasione, prima al 23’ e poi al 39’, trovando però in entrambi i casi l’estremo difensore giallorosso pronto a neutralizzare. Dopo la mezz’ora i ritmi calano, ma il Notaresco prima di rientrare negli spogliatoi trova il meritato doppio vantaggio, grazie ad un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara per un fallo di mano in area di Borrelli sugli sviluppi di un calcio di punizione. Dal dischetto Santiago Minella è glaciale nel trasformare per i rossoblù. 

Alessandrini opera subito un triplo cambio ad inizio ripresa, mandando in campo Palmieri, Gambacorta e Niccolò Monti, al posto di Sivilla, Dodi e Mataloni. Lo stesso Palmieri, dopo 5’, prova a far male a Monti ma il tentativo finisce sull’esterno della rete. Il Notaresco torna a farsi vedere dopo due minuti, quando Liguori pesca in area Bontà ma il colpo di testa è troppo debole e centrale, favorendo di fatto Sprecacè. Le incursioni sporadiche della Recantese portano Palmieri, dagli sviluppi di un angolo, ad avere una doppia occasione al 20’, ma Monti risponde presente sul doppio tentativo dell’attaccante. Con i padroni di casa in dieci per l’infortunio di La Barba, Borrelli prova il gol direttamente da calcio d’angolo ma Monti si fa trovare ancora una volta pronto. Lunardini abbandona il campo anzitempo a sei minuti dal termine, quando rimedia il secondo giallo lasciando i suoi in dieci uomini. Il notaresco pare in controllo del match, ma Pera praticamente allo scadere trova un gol che dà solo l’illusione di poter riaprire la contesa perché il forcing degli ospiti del finale è molto blando. 

Per la Recantese un inizio di campionato da dimenticare dopo il pari contro la Jesina, il Notaresco, dal canto proprio, si gode invece il meritato secondo successo consecutivo e la classifica a punteggio pieno.

NOTARESCO – RECANATESE 2 – 1

Notaresco: Monti; Di Stefano (19’st Blando), Salvatori, Dalmazzi, La Barba (28’st Collevecchio); Candellori, Di Lollo, Bontà (35’st Marcelli); Liguori (43’st Fiscaletti), Moretti, Minella. A disp.: D’Ostilio, Cianci, Manari, Cancelli, Leonzi. All.: Cudini. 

Recanatese: Sprecacè; Dodi (1’st Gambacorta), Nodari, Rutjens, Mataloni (1’st Monti N.); Marchetti (28’st Raparo), Lunardini, Borrelli; Olivieri (36’st Papa); Pera, Sivilla (1’st Palmieri). A disp.: Piangerelli, Colonna, Giaccaglia, Sopranzetti. All.: Alessandrini.

Arbitro: Bertuzzi di Piacenza.

Reti: 5’pt Liguori; 46’pt rig. Minella; 45’st Pera. 

Note: ammoniti Olivieri, Borrelli, Lunardini; espulso Lunardini al 39’st per doppia ammonizione; recuperi 1’ e 5’.