Serie D Gir. F. L’Avezzano brinda ai primi punti in trasferta. Battuto il Porto Sant’Elpidio 2-0 NOSTRI SERVIZI

L’Avezzano brinda ai primi punti conquistati in trasferta. Batte 2-0 il Porto Sant’Elpidio (gara giocata al Delle Vittorie di Tolentino per l’indisponibilità del comunale elpidiense) e si porta a solo 3 lunghezze dalla zona salvezza.

Per i marchigiani terza sconfitta nelle ultime 5 gare. Ma ciò che preoccupa di più in casa Porto Sant’Elpidio è la difficoltà nel centrare lo specchio della porta. Mister Mengo propone Cuccù dall’inizio, con Ruzzier in panchina. Gara scoppiettante sin dalle prime battute. All’occasione dei locali dopo 3 minuti e mezzo, risponde Gaeta poco dopo con un tiro da fuori.

Marsicani ordinati a metacampo con un 4-4-2 che vede Puglielli accatto a Gaeta. Stesso modulo anche per i locali che però presentano un rombo di centrocampo con l’onnipresente Borgese vertice basso e il gioiellino Miccoli trequartista dietro Maio e Cuccù. Cianelli al 16’ ha l’occasione di portare in vantaggio i biancoverdi. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il pallone arriva sui suoi piedi. Traversa. Gli ospiti giocano a viso aperto. Al 32’ percussione di Gaeta. Pericolo per i padroni di casa che si salvano in corner. Poi è la volta di Cuccù che impegna Fanti su calcio piazzato. Finale di tempo di marca marsicana.

Mister Liguori ordina a Quatrana di spingere sulla destra per tenere il dirimpettaio Tereziu più basso. E proprio Quatrana potrebbe far male al 44’. Ma spreca così. Nella ripresa Puglielli dopo appena 40 secondi manda a lato. Miccoli mostra di avere buoni piedi, ma la mira non è precisa. Il Porto Sant’Elpidio le sue occasioni le crea pure ma non è giornata. Maio prova a mettere un pallone teso al centro, ma nessun compagno è pronto. Mentre Monserrat incorna sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Fanti ci mette i guantoni.

Cuccù cala alla distanza. Mister Mengo lo lascia però in campo perché dai suoi piedi potrebbe arrivare sempre una giocata vincente. Aumenta però il peso d’attacco della sua squadra inserendo Ruzzier al posto di Frinconi, con Miccoli che scivola una decina di metri più dietro in posizione di mezzala. Al 27’ il vantaggio ospite. Franchi, entrato un attimo prima al posto di Quatrana, su calcio piazzato da distanza siderale pennella per Magri. Giacchetta legge male la traiettoria, lasciandosi scavalcare dal pallone.

Una doccia ghiacciata per il Porto Sant’Elpidio che nei minuti finale qualche occasione per pareggiare la creerà pure. Ma lo specchio della porta dell’Avezzano resta stregato. Anzi, in pieno recupero gli ospiti chiudono il conto con Gaeta che manda fuori fase il diretto marcatore e scaglia un bolide alle spalle di Giacchetta. Al fischio finale mister Liguori corre ad abbracciare i suoi ragazzi uno ad uno, mentre in casa marchigiana volti cupi.