Serie D al via con la super-sfida Pineto-Notaresco: il programma della prima giornata

A distanza di 210 giorni dall’ultima giornata disputata, prima dello stop causa Covid-19, torna il campionato di Serie D e per il SN Notaresco è subito derby. Rinnovata e particolarmente ambiziosa la compagine del presidente Salvatore Di Giovanni che, dopo la beffa dello scorso anno, riparte in un torneo livellato verso l’alto con l’obiettivo di occupare le zone nobilissime della classifica.

 

Rossoblù che, in settimana, hanno scritto una vera e propria pagina di storia grazie all’impresa colta all’”Angelo Massimino – Cibali” di Catania che ha regalato la qualificazione al Secondo Turno Eliminatorio della Coppa Italia denominata Coca Cola Cup. Adesso però scatta il campionato e per gli uomini di Massimo Epifani c’è subito un match di alto livello, in casa del Pineto, altra squadra costruita per disputate un campionato di vertice. Conferma per la guida tecnica con Daniele Amaolo che siederà ancora in panchina, diversi i volti nuovi a partire dai difensori Giuseppe Nicolao, Davide Salvatori ex proprio del S.N. Notaresco, i centrocampisti Lorenzo Paoli, Francesco Esposito, Gianluca Bugaro e Cosmo Palumbo e l’attaccante Emiliano Olcese, tutti atleti dall’importante pedigree.

 

A cui vanno aggiunte le riconferme del capitano e difensore Alfonso Pepe e dell’attaccante Simone Tomassini. “Affrontiamo una squadra costruita per cercare di primeggiare – le parole di Massimo Epifani, tecnico del S.N. Notaresco – con giocatori di valore, molti dei quali conosco bene. Un organico forte e di esperienza che si giocherà le sue chance, credo, fino alla fine in un torneo che presenta diverse formazioni capaci di occupare la parte alta della classifica. Noi dovremo farci trovare pronti a quest’appuntamento così importante. Inizia il campionato, dobbiamo lasciarsi alle spalle la sfida di Coppa Italia anche se la condizione è uno dei punti interrogativi.

 

Dopo la sfida giocata a Catania, su un campo molto pesante e con la disputa dei supplementari, infatti, speriamo di recuperare energie fisiche e mentali ma la grande incognita è proprio questa. Siamo ad inizio stagione, speriamo in un recupero totale da parte dei ragazzi”. Oltre ad essere un derby, quello di domani, sarà anche un incontro condito dalla presenza di diversi ex: in casa Pineto c’è Davide Salvatori, che è stato capitano ed ha vestito la maglia rossoblù per due stagioni (54 presenze e 5 reti) ma anche Giampietro Farina, ora segretario a Pineto, Team Manager alla corte del presidente Salvatore Di Giovanni dal 2016/2017 fino a metà dell’annata successiva.

 

Tra le file del S.N. Notaresco, invece, sono ben cinque: il portiere Klejvis Shiba, 28 gare nel complesso dal dicembre 2018 fino allo scorso campionato, il difensore Ivan Speranza, 15 presenze ed una rete l’anno passato, il centrocampista Lorenzo Bianciardi (25 gare e 3 reti) sempre nel torneo ultimo, l’attaccante Andrea Mancini, 9 gare ed una rete nella stagione 2018/2019 ed il tecnico Massimo Epifani che ha guidato il Pineto per sei partite venendo esonerato, dopo appena sei giornate, proprio dopo una sconfitta colta sul campo del S.N. Notaresco il 6 ottobre.

 

Prima del via sarà osservato, come su tutti i campi, un minuto di raccoglimento in memoria dell’arbitro di Lecce della Can Serie C, Daniele De Santis, scomparso tragicamente in settimana. La gara Pineto – SN Notaresco, in programma domani allo stadio “Mariani Pavone”, con inizio alle ore 15:00, sarà diretta da Guido Iacopetti di Pistoia.

 

Girone F:  Aprilia Racing – Città Di Campobasso (Gilberto Gregoris di Pescara), Atletico Terme Fiuggi – Castelnuovo Vomano (Andrea Zanotti di Rimini), Porto S. Elpidio – Tolentino (Daniele Giuseppe Cannata di Faenza), Montegiorgio – Castelfidardo (Manuel Gambuzzi di Reggio Emilia), Pineto – S. Nicolò Notaresco (Guido Iacopetti di Pistoia), Olympia Agnonese – Matese (Carlo Palumbo di Bari), Real Giulianova – Vastogirardi (Francesco Zago di Conegliano), Recanatese – Cynthialbalonga (Clemente Cortese di Bologna), Rieti – Vastese (Leonardo Tesi di Lucca).