6.5 C
Abruzzo
sabato, Agosto 20, 2022
HomeSport AbruzzoAbruzzo calcio dilettantiEccellenza, Giulianova e L’Aquila non si fanno male VIDEO

Eccellenza, Giulianova e L’Aquila non si fanno male VIDEO

Ultimo Aggiornamento: domenica, 27 Marzo 2022 @ 23:25

Giulianova – L’Aquila 0-0

Giulianova: Boccanera, Lenoci, La Barba, Giglio (10’st Cappelli), Rinaldi, Sciarretta, Cissè, Fed. Di Paolo (10’st Traini), Fra.Di Paolo, Fermo (21’pt Cerasi), Buonavoglia (27’st Barlafante). A disp. Di Giovannantonio, Maffione, Di Giuseppe, Romeo, Di Eleuterio. All. Cerasi

 

L’Aquila: De Chirico, Colombatti, Romanucci, Mantini (1’st Saurino), Scognamiglio, Brunetti, Carbonelli, Di Norcia, Shiba (44’st D’Ercole), Massetti, Di Ruocco. A disp. Salvatori, Ponzi, Di Matteo, Montorselli, Florindi, Pejic. All. Lo Re

Arbitro: Rossini di Torino (Giampietro-Terrenzi)

Note. Spettatori 1500 circa. Angoli 1-4. Ammoniti: Lenoci, Sciarretta, Fra.Di Paolo, Barlafante (G); Colombatti, Di Norcia (L). Recuperi: 1’, 5’

 

Il Giulianova, in questo frangente, non è la squadra brillante di avvio di stagione. L’Aquila, invece, è in salute, nonostante fatichi a dare continuità al proprio cammino e al Fadini mette in mostra tutte le proprietà qualità. Ma lo 0-0 tra la seconda e la terza forza del campionato ha l’effetto di spingere in maniera definitiva l’Avezzano verso le serie D e le due inseguitrici e darsi battaglia per la migliore posizione in chiave play-off.

Che al momento resta nelle mani del Giulianova al quale il pari del Fadini è grasso per cola. Per lo sviluppo del match, al valore degli avversari che ai punti avrebbero meritato il successo pieno ad un momento complicato nel quale il successo manca oramai da sette partite. Lo sviluppo della partita è piuttosto lineare sin dall’inizio, dove L’Aquila si fa preferire in fatto di atteggiamento e capacità di recuperare palla sempre alta. La squadra di Cerasi, che perde Persiani nel riscaldamento e Fermo dopo appena 20’, di fronte   a cotanta pressione fatica nella costruzione del basso a quasi mai riesce a ripartire negli spazi. Il fatturato offensivo, nella prima frazione è tutto a tinte rossoblù, con Shiba protagonista. L’attaccante ospite incorna al lato di un nulla al 16’, sull’angolo di Massett.

Alla mezzora è ancora Massetti con uno spunto sulla destra a rifinire per l’attaccante: Boccanera è straordinario nell’opposizione, poi Giglio salva nei press della linea di porta. Ospiti ancora pericolosi al 37’: cross di Di Ruocco e ancora Shiba che sfiora il vantaggio. Ci prova anche Di Ruocco al 44’ con una conclusione potente dal limite. Il Giulianva vive solo d mezze fiammate: prima della pausa, Cissè rifinisce per Buonavoglia, ma la conclusione da buona posizione viene contenuta.

La partita vira leggermente in avvio di ripresa, perché il Giulianova, sostenuto dal pubblico, prova ad osare di più. Al 3’ Federico Di Paolo, poco dopo anche lui uscirà per infortunio, spedisce sul fondo. Sul versante avversario, al 14’ Boccanera vola alla sua destra per smanacciare il piazzato di Massetti. Un minuto più tardi ci prova ancora Shiba, ma senza grande costrutto. Rispetto alla prima frazione il Giulianova è decisamente più propositivo, anche se in gli spunti offensivi latitano. Lo Re, tecnico ospite, getta nella mischia un altro attaccante, Saurino. Ma è il Giulianova ad avere un spunto sull’asse Cissè Di Paolo, chiuso al momento di battere a rete. L’Aquila torna a riprendere in mano i ritmi, ma l’unica situazione interessante è quella che capita a Shiba, poco dopo la mezzora, contenuta dal presente Boccanera. Finisce senza reti e al Giulianova va bene anche così, in attesa di recuperare tutti gli assenti.

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'