-- HEADER MASTHEAD DESK 2 --
-- HEADER MASTHEAD MOB 1 --

Eccellenza, Bocchio dal dischetto: Torrese – Lanciano 0-1 VIDEO

- SIDEBAR 1 -
Ultimo Aggiornamento: domenica, 3 Ottobre 2021 @ 22:26

Torrese: Abate, Ragozzo (12’st Seck), Mastrilli, Tini, Di Lallo, Mboup (35’st Gardini), Mosca, Selmanaj (12’st Gentile), Santirocco, Di Nicola, Festa (22’st Antichi). A disp. Camaioni, Di Loreto, Di Simone, Di Federico, Di Francesco. All. Cristofari

 

Lanciano: Eleza, Mingolla, Tommaselli, Priorelli, Daleno (35’st Labonia), Scipioni, Rei (22’st Bodo), Hyseni, Bocchio (30’st Mariano), Bertino (44’st Crudo), Mazzier (33’pt Fasoli). A disp. Maltempi, Cimino, Barbone, Citola. All. Ciotola

 

Arbitro: Iheukwumere di L’Aquila (Carnevale – Alonzi)

Rete: 12’st Bocchio su rig

Note: angoli 8-2. Ammoniti: Mingolla, Priorelli (L). Espulso al 25’st Tini (T) per fallo da ultimo uomo. Recuperi: 1’, 6’

 

Giulianova. Senza allenatore in panchina, ma vincente in campo. Il rigore trasformato da Bocchio, in avvio di ripresa, regala al Lanciano, dopo una settimana tribolata, il primo successo in campionato. Se  frentani festeggiano la Torrese, invece, inciampa per la prima volta in stagione. Bella e sciupona la squadra di Cristofari che paga dazio ad alcune imperfezioni che  però nell’economia del risultato pesano come macigni. L’approccio del Lanciano è migliore: dopo 3 giri di lancette Hyseni trova lo spiraglio giusto dal limite e traccia una rasoiata che si perde di poco sul fondo.

 

Con il passare dei minuti la Torrese inizia a prendere confidenza con la contesa sfruttando molto la giornata degli esterni. Al 12’ Festa, dopo la sponda di Santirocco, non controlla da buona posizione. I giallorossi continuano a spingere: al 23’ Mastrilli nella ripartenza fa viaggiare nello spazio Festa che si presenta a tu per tu con Elezai: che inizia la sua straordinaria giornata, opponendosi con i piedi. Il Lanciano, molto compatto, sembra sonnecchiare nella fase di costruzione, ma Bocchio al 39’, sull’assistenza d Hyseni incorna fuori. Prima dello stop il portiere frentano ancora sugli scudi: vola alla sua sinistra per dire no alla battuta in corsa di Di Nicola. Dopo la pausa torna in campo una Torrese ancora più determinata. Nello spazio di 60 secondi i giallorossi vanno vicini al vantaggio prima con Di Lallo e poi con Santirocco: Elezai è un muro invalicabile.

 

Nel calcio i dettagli fanno la differenza e nel momento di maggiore pressione, la squadra di Cristofari commette un errore in fase di impostazione. La ripartenza mette Bocchio solo davanti ad Abate che dopo la prima respinta commette fallo. Il rigore viene trasformato con freddezza dallo stesso attaccante ospite. La Torrese, con i cambi, muta pelle e carica a testa bassa: sui piedi di Gentile, al 13’ capita subito la palla del pareggio: conclusione alta. Ancora Gentile al 22’e al 24’, ma il portiere ospite è ancora decisivo. Il percorso ad ostacoli dei giallorossi si complica al 25’, con il rosso diretto rimediato da Tini, che commette fallo da ultimo uomo. Il motivo tattico della sfida non muta: la Torrese, anche se in dieci, chiude gli avversari, che erigono un muro quasi invalicabile.

 

Tante le situazioni sotto porta, ma manca lo spunto decisivo. Poco prima della mezzora è larga la conclusione di Seck, mentre nel lungo recupero gli ospiti con Mariano sfiorano addirittura il raddoppio. I tre punti vanno al Lanciano che attende il nuovo allenatore (in tribuna c’era Donato Ronci), mentre la Torrese deve metabolizzare in fretta una giornata decisamente storta.

 

 

 

 

 

 

-- ALTRE NEWS --
-- ALTRE NEWS 1 --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -

Notizie Correlate

-- AD 1 --