Serie D, Giulianova e Civitanovese si dividono la posta

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 12:04

Giulianova. Un punto che muove la classifica, che avvicina il Giulianova alla fatidica quota salvezza. Contro la Civitanovese i giallorossi di Ronci non sono riusciti a mantenere il vantaggio ma alla fine la spartizione della posta è stata la cosa più giusta.

 

 

Perché i padroni di casa hanno giocato un buon primo tempo, soprattutto nei primi 25 minuti e nella parte finale prima del riposo. Mentre i marchigiani, dopo aver subito la rete in avvio di ripresa, si sono catapultati in avanti non facendo più respirare il Giulianova. Orfano di Conti, Ronci ha affidato il centrocampo a Del Grosso e Maschio, schierando in difesa Venneri. La Civitanovese ha proposto immediatamente Scandurra in attacco, affiancato da D’Ancona. Il primo affondo è della squadra locale che al 9′ si affaccia in area avversaria con Fantini.

Il laterale giallorosso salta un paio di avversari, ma al momento di scoccare il tiro viene contrato da un difensore. Molto possesso palla per il Giulianova, ma pochi palloni giocabili per Broso che però spesso e volentieri, appena entra in area rossoblu, viene fermato in modo rude da Sgambato. Al 34′ ripartenza degli ospiti con lancio per D’Ancona  che si ritrova solo con Catalano. L’attaccante ciabatta la sfera spendendola sul fondo. Potenziale occasione dunque sprecata dall’undici di Leonardo Gabbanini. Sul finire di tempo, al 43′, i giallorossi hanno l’occasione per passare. Traversone dalla sinistra di Bianchini per la testa di Sorrentino che da due passi schiaccia troppo il pallone consentendo la facile parata di Falso.giglie citanò

Primo tempo a reti involate. Ma nella ripresa, dopo appena 50 secondi, il Giulianova sblocca. Calcio d’angolo di Del Grosso, l’estremo ospite smanaccia indirizzando il pallone verso Sorrentino. L’attaccante controlla e indirizza il destro potentissimo, da posizione quasi defilata, sotto l’incrocio opposto.

La Civitanovese alza il proprio baricentro. La reazione arriva all’11’ quando in uno scambio veloce tra Scandurra e D’Ancona, al limite dell’area giuliese, la difesa di casa si salva per l’errore nel tiro dello stesso D’Ancona. Un minuto più tardi Melillo vola per deviare un bolide di Scandurra. Mister Gabbanini richiama Coccia e D’Ancona in panchina ed inserisce gli arieti Valdes e Morante per sfruttare i loro centimetri e buttare quanti più palloni possibili nella trequarti avversaria. Il gol del pari però lo segna Trillini che sfrutta al meglio una palla inattiva, lanciata nel cuore dell’area giuliese. Il pari sembra accontentare le due squadre che alla fine cercheranno di non farsi del male. Da segnalare che durante il primo tempo i tifosi della curva ovest hanno esposto alcuni striscioni polemizzando con la società di via Migliori dopo le vicende della scorsa settimana legate all’ipotesi di esonero di Donato Ronci, tecnico apprezzato dagli ultrà giallorossi.