6.5 C
Abruzzo
giovedì, Agosto 11, 2022
HomeSport AbruzzoAbruzzo calcio dilettantiEccellenza, derby di rigore per la Torrese: battuto il Montorio 88

Eccellenza, derby di rigore per la Torrese: battuto il Montorio 88

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 15 Gennaio 2018 @ 2:43

Alla Torrese del giovane mister Luigi Narcisi il derby contro il Montorio 88. E’ bastato il calcio di rigore trasformato al 17’ della ripresa da Stacchioti per portare a casa i 3 punti.

Risultato che sta stretto per la verità alla formazione giallorossa che sul campo in erba sintetica di Castelnuovo ha sfoderato, dopo il vantaggio, un’ottima prestazione creando almeno altre 3 palle gol per rimpinguare il bottino. I gialloneri di mister Michele De Feudis, invece, non sono riusciti a ripetere la prova di una settimana fa contro il San Salvo. Una sconfitta che scotta, soprattutto per come è maturata.

Perché dopotutto gli ospiti avevano retto bene il confronto nei primi 45 minuti, condizionati peraltro da una pioggia anche insistente. Torrese con un 4-3-3 non proprio limpido perché De Sanctis e Puglia hanno operato appena qualche metro dietro rispetto a Torbidone, vero terminale offensivo. Montorio che parte con Ridolfi punta ma che si interscambia con una certa facilità con Ndiaye. Eccellenza, derby di rigore per la Torrese: battuto il Montorio 88

Al 24’ la pennellata di Puglia consente a Torbidone di incornare il pallone. Ma il centravanti manda oltre la traversa. La risposta degli ospiti arriva poco dopo sugli sviluppi di un tiro piazzato. Alessandroni si contorce in area per colpire di testa. La sfera si spegne sul fondo. Sicuramente più Torrese che Montorio nel fraseggio a centrocampo dove Capretta prova la fase di impostazione e anche di conclusione. Tra i gialloneri piace la vivacità di Ndiaye. Ma i palloni giocabili in avanti sono davvero pochi.

Sul finire di tempo Digifico, che alla fine risulterà essere il migliore in campo per il Montorio, disinnesca il colpo di testa di Mariani. Nel secondo tempo la pioggia cala di intensità, mentre sale quella della Torrese. Anche se all’11’ Bruno rischia di essere sorpreso dal un tiro velenoso dalla distanza di Ridolfi.

Ospiti che si abbassano di qualche metro mentre il gioco dei giallorossi aumenta sulle fasce dove Puglia e soprattutto De Sancits provano ad aprire la difesa ospite. Il rigore arriva al 16’ se lo procura De Sanctis e nasce da un’ingenuità della difesa montoriese. Il fallo è di Marini.

Dal dischetto Stacchiotti non sbaglia, anche se Digifico intuisce. La Torrese sfiora più volte il raddoppio, prima con De Sanctis. Poi con Capretta. Ma l’occasione più clamorosa la sciupa Torbidone. Bella la discesa di Carosone, al bacio l’assist per il compagno che sbaglia così, ciccando il pallone.

In pieno recupero cartellino rosso all’indirizzo di Ndiaye. Decisione che appare esagerata quella presa dal pur bravo Varanese della sezione di Chieti.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'