-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Eccellenza, Martinsicuro-Amiternina 3-1: adriatici conservano il primato

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 4:41

Martinsicuro: Osso 6, Donzelli 5,5, Pietropaolo Al. 6,5, Ferrari 6, Ricci 6 (15’ st Picciola 6), De Cesaris 6, D’Angelo 6 (31’ st Kone 6,5), Pietropaolo An. 6,5, Maio 7, Kala, Ruzzier 6 (12’st Lanzano 6). A disp. Di Berardino, Picone, Lattanzi, Fabiani. All. Di Fabio

 

Amiternina:  Gentileschi 6, Iaboni 6, Di Alessandro M. 6 (28’ st Di Norcia 5,5), Carrato 6,5, Santilli 6, Marcotullio 6, Di Alessandro D. 6, Morra 6, Terriaca 5,5, Mazzaferro 6,5 (30’ st Dionisi 5,5). A disp. Izzo, Tinari, De Santis, Cocciolone, Matteio. All. Lo Re

 

 

 

 

 

Arbitro: Verrocchi di Sulmona  6   (Boffa-Bosco)

 

 

 

Reti: 3’ pt Ruzzier, 22’ pt Mazzaferro, 45’pt Maio, 44’ st Kone

 

 

 

Note. Espulso 10’ st De Cesaris per gioco scorretto. Ammoniti Ricci, Donzelli, Kala, Pietropaolo An., Kone, Carrato, Morra. Angoli6-3 per l’Amiternina, spettatori 250 circa. Recupero 0’ pt, 5’ st

 

 

 

Vittoria sofferta del Martinsicuro contro l’Amiternina che mantiene i biancoazzurri al vertice della classifica. I locali hanno chiuso in vantaggio la prima frazione per poi rimanere in dieci ad inizio ripresa. Con l’uomo in meno i ragazzi di Di Fabio hanno messo in campo anche il cuore e sono riusciti a fare la terza rete al termine della gara.

 

Nota di merito a Francesco Maio autore di una bellissima rete che ha lottato su ogni pallone spesso rientrando a centro campo con l’uomo in meno ed ha offerto un assist d’oro a Kone per la terza rete. Gli aquilani hanno fatto una buona prestazione e, specialmente, nella prima frazione hanno giocato alla pari con la prima della classifica ma sono mancati sotto rete nella ripresa con l’uomo in più. Grande abbaglio del guardialinee Boffa che su un contatto in area a gioco fermo ha sbagliato uomo ed ha mandato anzitempo negli spogliatoi il giocatore sbagliato.

 

Di Fabio deve fare a meno di Oresti, Carboni e mariani infortunati e Awodeinde colpito da un attacco febbrile e schiera al centro della difesa il ’98 Ferrari al fianco del rientrante De Cesaris. L’unica rinuncia di Lo Re lo squalificato Di Ciccio e mette in panca Dionisi con Mazzaferro schierato dietro al bomber Terriaca.  Il Martinsicuro si porta subito in vantaggio con Ruzzier che dalla fascia sinistra cerca un traversone che si trasforma in un tiro che si insacca all’incrocio sul lato opposto del tiro lasciando di sasso Gentileschi. L’Amiternina non demorde e gioca alla pari con la capolista e raggiunge il pari al 22’ quando Mazzaferro si invola sulla destra salta Aldo Pietropaolo si accentra e in diagonale supera Osso. Le due squadre si fronteggiano a viso aperto senza creare grosse occasione.

 

Nell’ultima azione del tempo i locali trovano il vantaggio. D’Angelo si invola sulla destra e mette al centro. Sul primo palo Maio anticipa tutti e infila Gentileschi.  Nella ripresa rosso diretto per De Cesari, gioco scorretto, con Di Fabio che inserisce Lanzano al posto di Ruzzier per rimodulare la difesa. Poco dopo altro cambio con Kone che sostituisce Ricci per offrire ripartenze rapide e costringere la difesa ospite a non sbilanciarsi. Gli ospiti hanno una buona occasione con Terriaca al 18’ che su traversone dalla sinistra in spaccata non inquadra la porta.

 

Ancora pericolosa l’Amiternina con un colpo di testa di Santilli su azione d’angolo che si perde di poco oltre la traversa. Anche con l’uomo in meno il Martinsicuro si fa vedere in maniera pericolosa dalle parti di Gentileschi ed a fine gara trova la terza rete. Maio protegge la palla sulla bandierina si invola sulla linea di fondo, supera due avversari ed offre un assist d’oro per Kone che da due passi gonfia la rete per poi ricevere il giallo togliendosi la maglia.

 

 

Negli ultimi minuti nervi tesi sugli spalti con l’intervento delle forze dell’ordine. Un espulso e sette ammoniti in una gara combattuta ma non cattiva.  Il Martinsicuro continua a stupire e si mantiene in cima alla classifica e nel prossimo turno sarà ospite dell’Alba Adriatica per il sentito derby vibratiano. L’Amiternina non è dispiaciuta e si ferma a Martinsicuro dopo due vittorie consecutive, una buona strada per la salvezza diretta.

 

 

 

 

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate