Arcamone è pronto per la sfida tra bomber argentini. Classifica di nuovo stravolta dai ricorsi?

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 27 Ottobre 2017 @ 23:49

teramo_calcioIl Teramo continua a preparare la gara di domenica, quando al Comunale di Piano d’Accio arriverà l’Olympia Agnonese. Questo pomeriggio, infatti, mister Cifaldi ha fatto disputare ai suoi una partitella a ranghi contrapposti.

Nell’unico tempo disputato, il tecnico biancorosso ha mescolato le carte non dando particolari indizi in vista della gara di domenica: per la cronaca, l’allenamento è terminato 3-0 per i titolari, con i gol di Orta, Serao ed Arcamone. Proprio l’attaccante argentino ha confermato di attraversare un ottimo stato di forma, dimostrando di essere pronto per il confronto di domenica tra goleador argentini: Teramo-Agnonese, infatti, vivrà sulla sfida a distanza tra il capocannoniere del girone Matias Horacio Milozzi (9 gol) ed il suo vice, il biancorosso Federico Luis Arcamone (8 gol). Bomber nati a 17 km di distanza l’uno dall’altro (Milozzi a Quilmes nel 1978, Arcamone a Buenos Aires nel 1979), cresciuti calcisticamente in patria (Quilmes e Platense per l’attaccante agnonese, Argentinos Juniors per il teramano) ed approdati in Italia in cerca di fortuna. Domenica i loro destini si incroceranno per novanta minuti: chi dei due sarà più decisivo?

Nel frattempo, è arrivata una notizia positiva per Dawid Lenart, convocato nella Rappresentativa Dilettanti Under 18 per il raduno che si terrà il 15 novembre presso il Mancini Park Hotel di Roma.

In chiusura, ha destato stupore la decisione del Giudice Sportivo di assegnare lo 0-3 a tavolino a favore del Rimini 1912 nella trasferta di Agnone. Nella serata di ieri, però, è emersa una ulteriore, clamorosa, novità: la gara Angolana-Rimini, infatti, non è stata omologata dal Giudice Sportivo. La motivazione riguarda la posizione irregolare di Alessandro Evangelisti, espulso nel derby di Coppa Italia contro il Real Rimini e squalificato per tre giornate. Visto che il Rimini perse ed uscì dalla competizione, l’unica modalità per garantire che il giocatore sconti effettivamente la squalifica irrogata è quella di farla scontare nella prima gara ufficiale seguente alla sanzione, quindi in campionato. E finora Evangelisti, tranne nella seconda giornata, è sempre sceso in campo. Lo ha fatto, irregolarmente, anche contro l’Angolana: questo, in breve, il contenuto del ricorso della società pescarese. Al riguardo, c’è anche un precedente a favore degli aprutini: per una identica situazione, riguardante il giocatore Izzo, il Giudice Sportivo assegnò lo 0-3 a tavolino in Sapri-Forza e Coraggio BN. Il Rimini, quindi, rischia seriamente di passare dal ruolo di “carnefice” a quello di “vittima” della giustizia sportiva.

Francesco Graduato