Trofeo delle Regioni: l’Abruzzo Juniores si qualifica per le semifinali

Lundici_titolare_dellAbruzzoLa rappresentativa Juniores vola alle semifinali del Trofeo delle Regioni. Grazie al successo ottenuto oggi contro la Sardegna, i ragazzi guidati da Maurizio Cialini hanno strappato il lasciapassare per la fase decisiva della manifestazione in corso di svolgimento in Piemonte. Chiudono con una vittoria anche le rappresentative Giovanissimi e Allievi, già eliminate.

Juniores

ABRUZZO – SARDEGNA 2- 0

ABRUZZO (4-3-3): Massa; Calvarese (29’st Longo), Aurini, Ferrante, Acquaviva (24’st Felice); De Collibus (14’st Lenart), Signorelli, Battista; Di Paoloantonio (11’st Spinello), Carchesio (17’st Liguori), D’Amico. A disposizione: Merlini, Di Sante, Tucci, Pompilio. All. Cialini.

SARDEGNA (4-4-2): Matzuzi; Caravagna, Rizzi, Sechi, Piredda (18’pt Addis); Gnani (30’st Boi), Mura, Pinna,Bruno (5’st Mereu); Floris, Garrucciu (27’st Puddu). A disposizione: Boi. All. Costa.

Arbitro. Faranna di Novara (Giordano e Cimmarusti di Novara)

Marcatori: 3’st D’Amico, 22’st Liguori.

SIZZANO –  In palio c’era la qualificazione, e l’Abruzzo ha fatto in pieno il proprio dovere regolando la Sardegna con un classico 2-0. La Sardegna, fortemente rimaneggiata, si presenta a Sizzano senza due squalificati e due infortunati (entrerà a giocare in mezzo al campo anche il portiere Mereu).La formazione di Mister Cialini approccia il match cercando di imbastire la manovra, mentre la Sardegna si limita a qualche lancio lungo per Floris. All’11’ Di Paolantonio, imbeccato da una palla tagliata di Carchesio, calcia a lato da posizione favorevole la migliore occasione del primo tempo. La difesa isolana tiene, e il solito Floris, a tre minuti dalla fine della prima frazione, spara alto a porta vuota dopo un’incomprensione difensiva degli abruzzesi. Un minuto dopo Di Paolantonio di testa non trova la marcatura, e la prima frazione finisce sullo 0-0. I gol arrivano nel secondo tempo: al 3’ D’Amico (Castel di Sangro) raccoglie un’apertura perfetta di Battista, si ritrova solo davanti all’estremo sardo e lo trafigge per l’1-0. La pressione abruzzese non cala, e su azione di mischia De Collibus fallisce il raddoppio tirando alto sulla traversa. Ancora Abruzzo al 13’ con Calvarese, che cerca il diagonale ma viene contenuto dal bravo Matzuzi. La Sardegna cerca la reazione lavorando buoni palloni a centrocampo, senza tuttavia impensierire Massa. Al 22’ il 2-0: Liguori (Alba Adriatica) è rapidissimo a ripartire in contropiede ed infila con un pallonetto di pregevole fattura la porta sarda. Gara finita e un orecchio rivolto all’altra gara del girone, decisiva per la qualificazione. Gli ultimi minuti non fanno registrare particolari emozioni, e al triplice fischio l’esultanza della selezione abruzzese è grandissima: semifinale conquistata con merito nonostante la sconfitta contro l’Emilia Romagna nella seconda gara del torneo.la_juniores_abruzzo_al_completo

Categoria Giovanissimi

 

Girone 1

Liguria – Veneto 1-0

23’pt Armato (L)

Basilicata – Toscana 0-2

31’st Cianferoni (T), 37’st Dell’Ovo (T)

Classifica: Toscana 7, Liguria 6, Veneto 4, Basilicata 0

Toscana qualificata per le semifinali

 

Girone 2

Lombardia – Puglia 4-2

31’pt Venturi (L), 36’pt Caltagirone (P), 10’st Sciangalepore (P), 12’st Pallavera (L), 35’st Napoli (L) , 36’st Cioci (L)

Lazio – Molise 4-1

21’pt Fazio (L), 29′ e 35’pt Boserup (L), 10’st Mauriello (M), 24’st Silla (L)

Classifica: Lazio 12, Lombardia 9, Umbria 4, Molise 2, Puglia 1

Lazio qualificato per le semifinali

 

Girone 3

Abruzzo – Sardegna 2-1

5’pt Fadda (S), 10’pt Libalizadeh (A), 32’st Piccirilli (A)

Friuli Venezia Giulia – Emilia Romagna 1-4

9’pt Bartolini (E), 35’pt Martincigh (F), 3’st e 20’st Bartolini (E), 18’st Bottazzi (E)

Classifica: Sardegna 9, Piemonte Valle d’Aosta 7, Emilia Romagna e Abruzzo 6, Friuli Venezia Giulia 4

Sardegna qualificata per le semifinali

 

Girone 4

Marche – Sicilia 0-1

34’pt Spinelli (S)

Campania – Trentino Alto Adige 1-0

15’pt Scarpinati

Classifica: Campania 10, Sicilia e Marche 7, Calabria 4, Trentino Alto Adige 0

Campania qualificata per le semifinali

ABRUZZO – SARDEGNA 2-1

 

ABRUZZO (4-4-2): Oca; Di Crescenzo, Verlengia, Sehitaj (23′ st Legnini), Travaglini (11′ st Melone); Lib Alizadeh (11′ st Piccirilli), Pantalone, Torsellini (17′ st Menna), Morena (23′ st Karkalis); Meo (7′ st Chiavaroli), Finamore (7′ st Venier). A disp. Cattafesta, Giammarino. All. Cristante.

SARDEGNA (4-3-2-1): Barca; Canzilla, Currelli (3′ st Gambella), Fois, Matta (16′ st Vardeu); Lai (11′ st Dore), Casu, Nieddu (30′ Cossu); Melis (13′ st Piras), Fadda (9′ st Ladu); Amato. A disp. Sabiu, Farris, Ravot. All. Orru.

ARBITRO: Guarino di Novara.

MARCATORI: pt 5′ Fadda (S), 10′ Lib Alizadeh (A); st Piccirilli (A).

DORMELLETTO (NO) – I sardi del tecnico Orru hanno già testa e piedi alla semifinale, e allora, la gara contro l’Abruzzo diventa una pura formalità, una possibilità in più di provare schemi e buttare nella mischia chi, fino ad oggi, magari non si era potuto esprimere. In panchina resta anche il bomber di razza Farris, a riposo in attesa della gara con la Campania, ma la qualificazione già in tasca non impedisce alla selezione sarda di scendere in campo comunque determinata e di passare dopo appena 5′. Punizione da fuori area, palla che piove davanti alla porta di Oca e dopo il più classico dei batti e ribatti, ecco che spunta Fadda più lesto di tutti a gonfiare la rete. Probabilmente punti nell’orgoglio, gli abruzzesi ripartono a testa bassa e si propongono in avanti, tant’è che dopo 5′ sfondano. La difesa avversaria si fa cogliere impreparata e la palla finisce tra i pidi di Lib Alizadeh che lascia partire un tiro sporco che inganna Barca. Preso il colpo del pareggio, la Sardegna si sfilaccia e l’Abruzzo invece cresce e conquista metri preziosi per far fare gli straordinari alla difesa in maglia blu. Il primo tempo finisce con il tentativo, abbastanza senza pretese, di Torsellini che riceve da Sehitaj e poi spreca alzando troppo la sfera.

La partita si mantiene più o meno sugli stessi binari della prima mezz’ora, con pochi palloni da sfruttare in fase d’attacco e le due squadre che di fanno la guerra a centrocampo. Quando poi entra in campo il possente Venier, l’Abruzzo diventa più pungente e al minuto trentadue Piccirilli si incarica di battere una punizione e pennella alle spalle di Barca. L’ultima soddisfazione l’Abruzzo riesce a portarsela a casa.

 

Categoria Allievi

 

Girone 1

Liguria – Veneto 0-1

37’st Zanetti (V)

Basilicata – Toscana 1-0

41’st Gesualdi (B)

Classifica: Veneto 9, Liguria 4, Basilicata 4, Toscana 0

Veneto qualificato per le semifinali

 

Girone 2

Lombardia – Puglia 2-0

12’pt Magni (L), 41’pt Giangaspero (L)

Lazio – Molise 0-0

Classifica: Lombardia 12, Lazio 7, Umbria e Puglia 4, Molise 1

Lombardia qualificata per le semifinali

 

Girone 3

Abruzzo – Sardegna 2-0

5’pt e 27’st Pingiotti (A)

Friuli Venezia Giulia – Emilia Romagna 1-2

16’pt Paltrinieri (E), 9’st Simonin (F), 23’st Laghi (F)

Classifica: Emilia Romagna 12, Peimonte Valle d’Aosta e Abruzzo 6, Sardegna e Friuli Venezia Giulia 3

Emilia Romagna qualificata per le semifinali

 

Girone 4

Marche – Sicilia 1-1

23’pt Costanzo (S), 24’st Lucidi

Campania – Trentino Alto Adige 2-1

33’pt Bevilacqua (C), 15’st Guzzi (C), 21’st Farinelli (C) rig.

Classifica: Campani 9, Sicilia 7, Calabria 6, Marche 5, Trentino Alto Adige 1

Campania qualificata per le semifinali

 

Questi gli abbinamenti per le semifinali, in programma sabato 3 aprile:

Veneto – Lombardia

Emilia Romagna – Campania

 

 

ABRUZZO – SARDEGNA 2-0

 

ABRUZZO (4-3-2-1): Stangarone; Di Marzio (9′ st Salvatorelli), Pierangelo, Lombardi, Di Padova (34′ st De Luca); Alfonsi (1′ st La Selva), P. Maurizii (31′ st Sagazio), Gigante (1′ st Torsellini); Barone 1′ st Ciabattoni), Recchiuti; Pingiotti. A disp. Fargione, Maurizii S., Di Properzio. All. Aielli.

SARDEGNA (4-3-2-1): Secchi; Boi, Schirru, Delizos, Paschina; Scioni (12′ st Satta), Chiodino (15′ st Mura), Abozzi (15′ st Biscu); Deidda, Spano; Uras (30′ Paschina, 19′ st Nepitella). A disp. Galasso, Chessa, Ghiani, Melis. All. Casu.

MARCATORI: pt 5′ Pingiotti (A); st 27′ Pingiotti (A).

 

DORMELLETTO (NO) – Pingiotti, e ancora Pingiotti: il bomber agli ordini di Aielli non poteva lasciare un ricordo migliore. Doppietta nell’ultimo appuntamento calcistico e Sardegna battuta. Gli sono bastati 5′ per far capire a tutti di che pasta è fatto; Abruzzo in avanti e lui affonda nella difesa fuori posizione degli avversari, fa secco Delizos che inutilmente cerca di contrastarlo e il suo lento rasoterra si infila infondo alla rete. La Sardegna ci prova a mettere in campo una maggiore determinazione, soprattutto con i piedi di Deidda che sulla sua fascia tenta di spingere e di portare i compagni al di là della loro metacampo, ma sono sempre gli abruzzesi a rendersi pericolosi.

Quando il primo tempo sta per volgere al termine, minuti di paura per Lombardi che dopo uno scontro di gioco si accascia a terra fino all’arrivo dei medici dell’ambulanza che lo porteranno poi all’ospedale per una ferita sopra il sopracciglio. Passata la paura, riflettori accesi sulla ripresa che ripropone un Abruzzo pimpante e una Sardegna che si lascia soffocare. E allora, al 27′, di nuovo Pingiotti si porta in zona tiro e supera Secchi.