Al Pescara non basta Maistro, l’Empoli passa all’Adriatico

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Ventola (81’ Belloni), Drudi, Bocchetti, Masciangelo; Omeonga (81’ Riccardi), Valdifiori (69’ Memushaj), Busellato (69’ Diambo); Galano, Maistro; Bocic (81’ Scognamiglio). In panchina: Alastra, Radaelli, Nzita, Jaroszynski, Guth, Fernandes, Balzano, Capone. Allenatore: Massimo Oddo.

Empoli (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Nikolaou, Romagnoli, Terzic; Haas (‘70 Ricci), Stulac (89′ Damiani), Bandinelli; Moreo (79’ Olivieri); Mancuso (89′ Pirrello), La Mantia (’70 Bajrami). In panchina: Furlan, Pratelli, Parisi, Viti, Zappella, Cambiaso, Ricci, Matos. Allenatore: Dionisi.

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna (Vico-Marchi/Volpi)

Reti: 5’ Romagnoli, 31’ Maistro, 63’ Moreo

Ammoniti: Bandinelli, Ventola

Con un solo punto e la cocente sconfitta prima della pausa, Oddo scende in campo contro l’Empoli con il debutto di Bocchetti, Ventola titolare e Bocic – sospinto da Galano e Mastro – a reggere un reparto offensivo pieno di indisponibili. I toscani, a punteggio pieno e porta inviolata, schierano l’ex Manuco in attacco con La Mantia, e altri due ex in difesa: Fiamozzi e Romagnoli.

Proprio Romagnoli, dopo soli 5 minuti, porta in vantaggio gli ospiti: calcio d’angolo e colpo di testa ben angolato del capitano toscano, lasciato libero da Omeonga sul dischetto. 0-1. Stenta la reazione del Pescara, che non va oltre un tiro di Busellato dal 12’ dal limite, che esce di un metro dal palo. L’Empoli, invece, continua a farsi pericoloso: al 18’, lancio lunghissimo per Moreo a centro area che, di prima, l’appoggi per l’ingresso di La Mantia e Fiorillo deve farsi male per uscirgli sul tiro. Solo 3 minuti dopo, è Terzic a superare nuovamente Omeonga e a sparare potente dalla sinistra dell’area, con Fiorillo ancora bravo a fare da muro di gomma. Il Pescara non splende ma, a sorpresa, il pareggio arriva con un colpo spettacolare al 31’: Ventola resiste al contrasto sulla trequarti e lancia basso Maistro che supera Nikolau in doppio passo, entra in area e scaglia una sassata mancina imprendibile a fil di palo. 1-1. Sulle ali dell’entusiasmo, Maistro ci riprova dopo 1 minuto con l’altro piede da fuori area e manca di poco la doppietta a raffica. I padroni di casa riprendono fiducia e prima dell’intervallo ci provano sia Galano che Busellato, impensierendo non poco Brignoli.

La ripresa si delinea sull’equilibrio tra le parti, almeno fino al 63’, quando Moreo raccoglie il cross di Fiammozzi dalla destra e incorna dal limite piccola, anticipando agevolmente Drudi. 1-2. Oddo cerca di riprendere il nuovo pareggio con Memushaj, Diambo, Scognamiglio, Belloni e Riccardi: tutti votati all’attacco. Ma alla quantità non corrisponde la stessa qualità e l’Empoli gestisce senza patemi i timidi tentativi degli adriatici fino al triplice fischio.

La consistenza del Pescara non va oltre i colpi di classe di Maistro: non basta per fare una squadra, e quella di Oddo rimane in fondo alla classifica con un solo punto. Pronta occasione di riscatto, martedì sera a Venezia.