-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Emergenza rifiuti, appello alla Regione Abruzzo: più raccolta differenziata e siti di compostaggio

PUBBLICATO IN:
Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 8:49

raccolta-porta-a-portaL’Ecoistituto Abruzzo esprime solidarietà al dirigente regionale Franco Gerardini  e lancia un appello per evitare una emergenza rifiuti nella nostra Regione. L’Associazione è impegnata da anni, con studi, parole, scritti ed azioni concrete, per promuovere la riduzione del quantitativo dei rifiuti, il riciclo, il riuso, l’applicazione delle norme nazionali e comunitarie che regolano questa materia.

“Oramai è chiaro e unanimemente condiviso scrive l’Ecoistituto Abruzzo – che l’Abruzzo è sulla soglia di una gravissima emergenza rifiuti che già dalla prossima estate potrebbe portare nelle nostre Città e Paesi, situazioni e scene  come quelle che vediamo per Napoli e per la Campania. E’ urgentissimo agire ed applicare, finalmente e responsabilmente, quanto disposto dalle leggi che governano la materia  dei rifiuti, recuperare i ritardi e far ricorso a tutte le energie, le competenze, le sensibilità per fronteggiare il fenomeno emergenziale imminente e ricondurre la gestione di questo problema nel solco della ordinaria ed ordinata civiltà. Per questo sentiamo innanzitutto il dovere di esprimere condivisione e solidarietà con l’ennesimo appello lanciato da Franco Gerardini, dirigente del settore Rifiuti della Regione Abruzzo, che denuncia una raccolta differenziata che è al palo,  l’ inadeguatezza  numerica degli addetti ai servizi regionali,  i ritardi nei procedimenti autorizzativi, le carenze nel regime dei controlli. In merito a quest’ultimi non dimentichiamo che i controlli in questa materia devono essere necessariamente anche tecnici ed analitici, e che l’ARTA non sta di certo messa meglio della Regione ed ha bisogno di una organizzazione e di un potenziamento adeguato nel settore, per fronteggiare i difficili compiti a cui è tenuta per contrastare efficacemente, assieme alle forze dell’Ordine, i trafficanti illeciti di rifiuti e le mafie. Ci aspettiamo che la Regione dia immediatamente impulso alla raccolta differenziata che, ovunque attuata col metodo “porta a porta”, ha dato anche in Abruzzo risultati straordinari, immediati, di molto superiori al 60%; Ci aspettiamo che venga dato il massimo impulso, anche con incentivazioni,  al compostaggio della frazione umida: a livello domestico, di comunità, di paese, di azienda ..e che vengano realizzati in tempi brevissimi impianti di compostaggio per le nostre Città. Chiediamo la creazione di un tavolo istituzionale ove l’associazionismo volontario, le parti sociali,  gli Enti possano avviare sinergie e dare una svolta definitiva al tema rifiuti, favorendo la riduzione ed il riciclo ed eliminando, per quanto possibile le discariche e gli inutili inceneritori”.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,931FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate