Giulianova, replica dell’assessore Forcellese all’articolo sulla prima assemblea del quartiere Frazioni

forcellese_e_di_marcoGiulianova. L’amministrazione comunale ed in particolare l’assessore Archimede Forcellese ha inviato alla nostra redazione una replica in merito all’articolo relativo alla prima Assemblea del Quartiere Frazioni. Si pubblica di seguito il testo integrale:

 

 

Gentile Redazione del Quotidiano on-line CityRumors,

con la presente lo scrivente chiede di poter esercitare il diritto di replica al fine di fare alcune precisazioni sui contenuti dell’articolo dal titolo “Giulianova, prima assemblea del quartiere Frazioni”, apparso nella giornata di ieri nel Vostro sito web di informazione on-line.
Nel premettere che non entrerò, come impongono il mio ruolo e la mia etica, nel merito dei contenuti dell’Assemblea del Quartiere, che valuterò compiutamente al ricevimento del verbale di Assemblea, così come previsto dal regolamento comunale sulla partecipazione popolare, sono costretto a rilevare alcune inesattezze dettate, come spero, dalla fretta con cui l’articolo è stato scritto.
In esso, testualmente, si legge: “Presente, il presidente dell’associazione Demos, Carlo Di Marco, in veste ufficiale di coordinatore e supporto delle attività dei quartieri, e come segretario verbalizzante, dopo che in una riunione tra sindaco Mastromauro, assessore Forcellese, lo stesso Di Marco e i Presidenti dei neonati quartieri, il primo cittadino e l’assessore alla trasparenza hanno “vivamente” consigliato ai vertici dei quartieri di servirsi dell’associazione incaricata dal Comune”.
La prima inesattezza è il riferimento alla figura del coordinatore ufficiale dei comitati di quartiere, figura inesistente e che nessuno ha intenzione di creare.
La seconda e ancor più grave inesattezza risiede nell’affermazione che la presenza di Carlo Di Marco e il suo ruolo di segretario verbalizzante nell’Assemblea in questione conseguirebbero ad una sorta di “pressione” esercitata dallo scrivente e dal Sindaco nei confronti dei Presidenti durante la riunione del 13 agosto. Quest’ultima affermazione contiene due errori grossolani. Alla riunione a cui si fa riferimento, e che aveva ad oggetto la definizione delle sedi dei Comitati di quartiere, il Sindaco non ha partecipato ma ha portato un brevissimo saluto ai presenti durato non più di un paio di minuti. Inoltre, lo scrivente non ha mai fatto pressioni di alcun genere né ha mai rivolto o “vivamente” consigliato alcunché ai Presidenti dei quartieri giuliesi. Né mai lo farà! La presenza del Prof. Di Marco alla riunione del 13 agosto, come specificato ai presenti, è stata richiesta in virtù del ruolo che l’Associazione DEMOS ha svolto nell’istituzione dei Comitati di quartiere, con particolare riferimento agli aspetti normativi.
Duole constatare, infine, come sia stato ignorato il comunicato stampa diramato dal Presidente del Comitato del Quartiere Frazioni (riportato nella maggior parte degli organi di informazione locali), dando spazio, con l’utilizzo del logo ufficiale del progetto “Deliberiamoci ancora”, alla pubblicazione di un articolo contenente le inesattezze evidenziate a detrimento della credibilità delle istituzioni comunali, rappresentate nel caso specifico dal Sindaco Francesco Mastromauro e dallo scrivente.
Ben venga la critica purché ben argomentata e basata su fatti concreti e reali.

Cordialmente

Archimede Forcellese
Assessore alla trasparenza e al decentramento