Ufficio scolastico: pronti alla riapertura. In Abruzzo 2mila iscritti in meno

“In Abruzzo non abbiamo grossi problemi, non vedo situazioni difficili, non sarà facile ma siamo pronti alla sfida della riapertura dell’anno scolastico segnato dal covid.

 

Certo, dobbiamo essere accorti, il virus è tra di noi, invito tutti a rispettare le norme di sicurezza e del protocollo”. Rispetto alla scorso anno, al momento, si registrano circa duemila iscritti in meno.

Così il direttore dell’ufficio scolastico regionale, Antonella Tozza, intervenendo alla conferenza stampa promossa dal presiedente della Regione, Marco Marsilio, per fare il punto della situazione a due settimane dalla riapertura delle scuole che in Abruzzo è fissato per il prossimo 24 settembre.

“Abbiamo lavorato a tavoli regionali e provinciali di coordinamento, abbiamo avviato una proficua sinergia con la Regione e le Asl, abbiamo avviato tanti lavori, tantissimi terminati, altri in via di definizione, abbiamo avuto fondi per i fitti di spazi in sostituzione di quelli non adeguati – prosegue il dirigente scolastico – Stiamo lavorando insieme e tutti ci siamo adeguati al protocollo emanato dal Ministero, abbiamo referenti covid che lavorando strettamente con le Asl e l’assessorato regionale”.

 

Il direttore regionale abruzzese lancia messaggi rassicuranti anche dal pinto di vista della disponibilità di docenti e personale. “Abbiamo ricevuto ulteriori fondi per 34 milioni di euro per l’organico aggiuntivo per incarichi temporanei per docenti e personale Ata – spiega ancora Tozza -.  Serviranno docenti in più se dividiamo le classi. Servono sicuramente e riusciremo a soddisfare questo bisogno. Non abbiamo le situazioni drammatiche delle altre regioni. Anche da un punto di vista dei supplenti il numero incide del 10 per cento sul totale dei docenti – concoide Tozza -. Ci sarà qualche vuoto ma non abbiamo fenomeno delle classi vuote”.