Ricostruzione, Marsilio scrive al premier Conte per velocizzare approvazione decreto

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, in occasione dell’anniversario del terremoto che ha colpito L’Aquila e l’Abruzzo ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per sollecitare l’approvazione degli emendamenti all’interno del nuovo Decreto che a breve sarà trasmesso alle Camere, che consentirebbero di dare un impulso alla ricostruzione.

Pregiatissimo Presidente,

nel giorno dell’undicesimo anniversario del devastante sisma che ha colpito L’Aquila e il suo comprensorio il 6 aprile 2009, una terribile tragedia che rappresenta una ferita ancora aperta per l’Abruzzo e la Nazione intera, sento il dovere di richiamare la Sua attenzione sul tema della ricostruzione dei territori interessati dagli eventi sismici del 2009 e del 2016.

Com’è a Lei noto, in Abruzzo c’è una duplice ricostruzione in corso: la prima, legata al terremoto aquilano, è ancora da completare, soprattutto per la parte pubblica che sta purtroppo registrando notevoli ritardi; la seconda, quella relativa al terremoto del Centro Italia (2016), ad oggi stenta a decollare.

In tale contesto si inserisce l’attuale emergenza epidemiologica legata al virus COVID-19, che si abbatte come un flagello su un territorio già duramente provato e che, per questo, vive una condizione del tutto particolare.

Ciò premesso, con la presente, sottopongo alla Sua valutazione e riflessione un esiguo numero di proposte emendative, che ritengo assolutamente necessarie per il territorio che rappresento, affinché le stesse possano essere inserite nel nuovo decreto che a breve sarà trasmesso alle Camere.

Si tratta di misure finalizzate a garantire nuove assunzioni di personale negli Uffici speciali e a semplificare e accelerare le procedure di ricostruzione pubblica e privata, sia per il sisma aquilano che per quello del Centro-Italia.

L’accoglimento di queste proposte, di estrema attualità, sia pure dopo l’approvazione del Decreto c.d. “Sblocca Cantieri” (D.L. 32/2019) e del successivo “Decreto Sisma (D.L. n. 123/2019), potrebbe rappresentare l’occasione per imprimere la svolta necessaria ai processi di ricostruzione e consentire alle Regioni interessate di ripartire immediatamente nel momento in cui sarà autorizzata la riapertura dei cantieri.

In attesa di un Suo cortese riscontro, La ringrazio per l’attenzione e Le porgo i miei migliori saluti.

Il Presidente Marco Marsilio