-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Parco Nazionale Gran Sasso, avviato progetto per studiare le qualità del polline

PUBBLICATO IN:
Ultimo Aggiornamento: giovedì, 10 Maggio 2018 @ 13:02

L’Ente Parco ha avviato in questi giorni il progetto di “Filiera del Polline certificato del Parco” che intende acquisire la disponibilità degli operatori apistici alla realizzazione di una rete di monitoraggio e campionamento del polline bottinato dalle api nel territorio protetto.

La grande ricchezza floristica dell’area protetta già consente la produzione di mieli uniflorali, molto apprezzati dai consumatori, che potranno ora accedere anche al polline che, con innovativi accorgimenti tecnici di conservazione, è in grado di mantenere le proprie caratteristiche di purezza e qualità chimico fisiche.

“Si tratta di una grande occasione” – spiega il Dott. Giorgio Davini, tecnico dell’Ente Parco e curatore del progetto – “poiché il polline è un prodotto naturale con un alto potenziale di impiego, ritenuto un alimento tra i più ricchi e completi e con un elevato contenuto di principi nutritivi, al punto da essere considerato da molti come un “super-alimento”.

Il polline proveniente dell’Area protetta, avvalendosi di una straordinaria qualità e varietà di specie floristiche in ambienti pressoché incontaminati, godrebbe di notevoli risvolti dal punto di vista promozionale a vantaggio di tutto l’Appennino interno.

Consapevole della crescente richiesta del mercato di “polline fresco”, l’Ente Parco ha avviato il progetto pubblicando un Avviso pubblico consultabile sul sito web www.gransassolagapark.it rivolto agli operatori apistici, a imprese singole o associate, oltre che ai piccoli apicoltori che esercitano tale attività in maniera stanziale o nomade e che dispongano di apiari localizzati all’interno di uno dei Comuni del Parco. Gli aderenti dovranno mettere a disposizione dell’Ente Parco un apiario costituito da almeno 5 arnie per gli scopi di ricerca, oltre che fornire una campionatura dei pollini ottenuti per le relative analisi.

Agli apicoltori aderenti sarà garantita una opportuna formazione in merito alle tecniche di raccolta del polline e alla costituzione di una filiera specializzata oltre, ovviamente, alla consegna periodica dei risultati delle analisi condotte.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 31 maggio 2018 all’Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga in via del Convento – 67010 Assergi (AQ) mediante consegna a mano o per posta.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate