Emendamenti della Regione rigettati. D’Annuntiis: parlamentari non hanno sostenuto la richiesta

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 18 Dicembre 2019 @ 18:26

“All’indomani del rigetto in sede di Commissione Bilancio al Senato di due emendamenti che il presidente della Regione, Marco Marsilio, aveva inviato il 13 novembre scorso ai parlamentari abruzzesi affinché potessero essere approvati (uno riguardante le opere a difesa della fascia costiera per un importo di 50 milioni di euro e l’altro relativo al potenziamento del sistema portuale per lo stesso importo di 50 milioni), si deve prendere atto di quanto i parlamentari che siedono tra le fila della maggioranza di questo Governo PD-M5S si siano interessati e siano riusciti a sostenere queste fondamentali richieste del nostro territorio”, la sottolineatura è di Umberto D’Annuntiis, sottosegretario alla giunta regionale.

 

 

“Senza voler fare alcuna forma di polemica, credo che i parlamentari che ci rappresentano, abbiano il dovere morale, politico ed istituzionale di prodigarsi quotidianamente per la tutela, la salvaguardia e lo sviluppo del nostro territorio.

Si assumano quindi, per una volta, le proprie responsabilità senza nascondersi dietro futili alibi e prendano quindi umilmente atto della loro manifesta incapacità politica di dare una risposta a tutte quelle comunità che oggi si trovano in difficoltà a causa di eventi calamitosi di straordinaria portata.

Questa Giunta Regionale, con le poche risorse a disposizione e nell’immediata necessità di intervento, è riuscita in pochi mesi a stanziare oltre 6 milioni di euro per la lotta all’erosione della costa ed è nelle sue priorità continuare a reperire insistentemente, risorse extraregionali per poter dare una significativa risposta alle esigenze della nostra regione.

Confidiamo che, successivamente, all’impegno di questa Giunta Regionale si possa aggiungere un tangibile contributo dei nostri rappresentanti in parlamento”.