Difesa della costa, centri rifiuti: i provvedimenti della giunta regionale

La Giunta regionale, su proposta del presidente Marco Marsilio, nell’ottica di incrementare il fattore sicurezza a bordo dei treni, ha approvato lo schema di accordo tra Regione, Trenitalia e Forze dell’Ordine, le cosiddette Forze di Polizia, ossia Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Penitenziaria e Polizia di Stato, che disciplinerà, fino al 31 dicembre prossimo, la gratuità del trasporto su Trenitalia degli agenti e ufficiali delle Forze di Polizia nell’ambito geografico della regione Abruzzo.

 

Sempre su proposta del presidente, Marco Marsilio, in relazione agli eventi metereologici di ottobre e novembre 2019 che hanno interessato la costa abruzzese causando gravi danni a strutture pubbliche e private, la Giunta ha definito la programmazione delle opere di difesa costiera 2021/2022 al fine di ripristinare l’efficienza dei sistemi di difesa costiera e ricostituire gli arenili compromessi. Tali eventi sono stati descritti nel documento “Ricostruzione degli eventi che hanno interessato la costa abruzzese tra il 12 e il 13 novembre 2019 elaborato dall’Università dell’Aquila, Laboratorio di Idraulica Ambientale e Marittima (LIam) in collaborazione con il Servizio Opere Marittime e Acque Marine, condiviso con i Comuni costieri, calcolando per l’evento un tempo di ritorno di circa 30 anni, in termini di variazione del livello del mare di origine meteorologica, con un allagamento della spiaggia durante l’evento pari a circa 60-70 metri, in presenza di opere di protezione longitudinale, e 70-80 metri in assenza di opere. A tal proposito, si è reso necessario provvedere all’elaborazione di un programma di interventi volto alla ricostituzione delle strutture di difesa compromesse e della linea di costa.

Opere che la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile – ha finanziato tramite il Contributo Fondo Solidarietà Europea (FSUE). In merito alla difesa della costa, la Giunta regionale, ha inoltre, preso atto dei riconoscimenti economici da parte della Protezione Civile Nazionale e delle relativa programmazione degli interventi e delle opere urgenti di difesa costiera, al fine di ripristinare l’efficienza dei sistemi di difesa costiera.

Nel corso del mese di novembre 2019, infatti, si sono registrate forti criticità sul litorale della regione Abruzzo con fenomeni di elevazione della superficie del mare che hanno causato numerosi danni alle infrastrutture di difesa costiera, alla linea di costa ed alle strutture balneari retrostanti. Su proposta del vice presidente ed assessore all’Ambiente, Emanuele Imprudente, la Giunta ha, poi, approvato il bilancio preventivo 2021/2023 dell’A.R.T.A.

 

Nell’ambito del programma di monitoraggio dell’ambiente marino-costiero prospiciente l’Abruzzo, la Giunta regionale, sempre su proposta di Imprudente, al fine di dare attuazione al Decreto Ministeriale dell’8 novembre del 2010 n. 260, relativo alla classificazione dello stato dei corpi idrici superficiali e ad ulteriori provvedimenti legislativi relativi alla gestione della qualità delle acque di balneazione, ha approvato, lo Schema di Convenzione tra Regione ed ARTA per lo svolgimento del Programma di monitoraggio dell’ambiente marino-costiero prospiciente la Regione Abruzzo-Annualità 2021.

 

Su proposta dell’assessore allo Sport, Guido Quintino Liris, via libera alle linee di indirizzo finalizzate alla erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle ASD, SSD o Società Professionistiche, duramente danneggiate dal perdurare del periodo emergenziale. Su iniziativa dell’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, riguardo alla Contrattazione 2020 e 2021, sono stati approvati i tetti massimi di spesa per le prestazioni termali. Con tale provvedimento, dopo il recepimento dell’intesa del 17 ottobre 2019, sottoscritta sulla base dell’Accordo nazionale per l’erogazione delle prestazioni termali per il triennio 2019/202l, è stato approvato il tetto di spesa massimo complessivo pari a 6 milioni 580 mila 802 euro, per il biennio 2020-2021, in relazione alle prestazioni termali.

Su iniziativa dell’assessore Pietro Quaresimale, la Giunta regionale ha provveduto alla formale reintegrazione dell’Assemblea dei rappresentanti degli Enti e dei Soggetti portatori di interesse dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona – ASP n. 1 della Provincia di Chieti. Sempre su proposta dell’assessore Quaresimale, sono stati stabiliti ulteriori criteri, termini e modalità per la concessione dei contributi, in base alla Legge regionale n. 10 del 3 giugno 2020, a sostegno delle diverse realtà sociali e produttive in difficoltà a causa dell’emergenza pandemica da Covid19. In particolare, è stata prevista l’erogazione di contributi a servizi educativi per la prima infanzia ed a scuole paritarie di infanzia a fronte del mancato incasso delle rette dovuto alla sospensione delle attività a causa dell’epidemia. Atti propedeutici alla pubblicazione del relativo avviso pubblico.

 

Nell’ambito dei fondi Sviluppo e Coesione (FSC) 2007/2013, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore con delega ai Rifiuti, Nicola Campitelli, ha approvato l’integrazione dello Strumento di Attuazione Diretta (SAD) “Attuazione del Piano di Azione Rifiuti relativo agli Obiettivi di servizio”, per l’utilizzo parziale delle risorse premiali per un importo pari a 1 milione 100mila euro. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 1milione 478mila 760 euro (1milione 100mila euro di risorse premiali legate agli Obiettivi di Servizio e 378mila 760 euro come risorse di cofinanziamento).

Questo, infine, il programma complessivo dei progetti: 1 Realizzazione del Centro di Raccolta del Comune di Bellante 200.000,00 cofinanziamento 85.714,28 2 Realizzazione del Centro di Raccolta del Comune di Capistrello 200.000,00 cofinanziamento 64.475,28 3 Completamento del Centro di Raccolta del Comune di Orsogna 250.000,00 cofinanziamento 107.142,83 4 Realizzazione del Centro di Raccolta del Comune di San Vito 200.000,00 cofinanziamento 85.714,28 5 Realizzazione di un centro raccolta rifiuti del Comune di Tollo 250.000,00 cofinanziamento 35.714,28.

Inoltre, è stato approvato lo schema di atto di concessione dei finanziamenti e si è deciso di attivare, a seguito dell’integrazione del presente strumento, tutte le necessarie procedure per l’inserimento dei progetti nel sistema informatizzato di monitoraggio SGP attraverso l’Ufficio Consulenza e Monitoraggio alle Risorse.