Covid19, finanziate dalla Regione tutte le misure previste dal Cura Abruzzo

La giunta regionale ha stanziato 27 milioni di euro per la copertura dei provvedimenti previsti dalle leggi regionali 9 e 10, cosiddette “Cura Abruzzo”.

 

Con questa delibera la giunta regionale garantisce la copertura finanziaria di quelle misure anti covid adottate contro l’emergenza economica. Attraverso la riprogrammazione dei fondi effettuata si riuscirà a intervenire con altri sei milioni di euro a favore delle imprese per il rilancio dell’economia regionale.

 

L’attenzione della giunta va anche verso i lavoratori autonomi, i titolari di partita Iva, i B&B, e diversi altri settori che si vuole aiutare per far fronte a mancato introiti. Ci sono i sostegni per gli affitti degli studenti universitari e altre misure che sono ancora in attesa di ristoro per un ammontare complessivo di 27 milioni. “Abbiamo mantenuto la promessa di essere di supporto agli abruzzesi attraverso una delibera importante che dispone la copertura di tutti i finanziamenti per le misure anti covid, predisposte con le leggi ’Cura Abruzzo 1 e 2’ – ha sottolineato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio – Una parte di quelle misure non erano state attivate in attesa che la riprogrammazione dei fondi li rendesse disponibili, una procedura complessa che coinvolge ministeri competenti e UE.

 

Si tratta della prima di una serie di delibere che consentono di svincolare tutti quei fondi che consentono, oltre che il finanziamento delle misure già previste, anche il rifinanziamento di quelle che hanno avuto una risposta oltre le previsioni, come ad esempio il bando per il fondo perduto. Con questa manovra abbiamo smentito con i fatti quanti sostenevano che le leggi Cura Abruzzo non avessero la necessaria copertura economica.”

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.