Covid seconda ondata: in Abruzzo la metà dei contagi registrati a novembre

L’Abruzzo supera quota 40mila casi di coronavirus. Il totale dei pazienti affetti da Covid-19, con 212 contagi recenti, sale a 40.025.

 

A settembre 2020 il dato era fermo a circa quattromila unità: vale a dire che nove contagi su dieci riguardano la seconda ondata, con un incremento del 900%.

A novembre si è registrato quasi un contagio su due del totale.

Il primo caso, in Abruzzo, era emerso all’inizio di marzo 2020. Quando ci fu per la prima volta l’azzeramento dei contagi, il 29 maggio, il totale era 3.237 casi. E’ a settembre che i numeri hanno ricominciato a salire, anche se l’incremento complessivo è stato pari a meno di un migliaio di unità. Circa seimila i contagi a ottobre, ma il mese dei record è stato novembre, con quasi 18mila casi.

Il 14 novembre 2020 si è registrato il dato più alto in termini di nuovi casi in un solo giorno, ben 939, il 21 novembre quello più alto sui decessi segnalati, 35, il 28 novembre il dato più alto sulle terapie intensive, 77, e il 30 novembre il dato più alto sui ricoveri complessivi, 790. Circa settemila, infine, i casi complessivamente registrati a novembre.