Covid, contagi in calo in Abruzzo nell’ultima settimana: crescono però i morti VIDEO

Nella settimana dal 20 al 27 novembre in Abruzzo sono stati accertati 3.978 casi di coronavirus. Sono poco più di 32mila i tamponi eseguiti in sette giorni: è risultato positivo il 12,43% dei campioni analizzati.

 

Il dato è in calo rispetto alle settimane precedenti: i contagi erano stati 4.773 nel periodo 13-20 novembre e 4.269 nel periodo 6-13 novembre. I decessi, negli ultimi sette giorni, sono stati 129, dato superiore rispetto ai 78 della scorsa settimana e ai 77 del periodo 6-13 novembre.

Rallenta anche l’aumento degli attualmente positivi al virus, che nell’ultima settimana sono stati 2.183 in più. Erano stati 3.470 nel periodo 13-20 novembre e 3.327 nella settimana dal 6 al 13 novembre.

 


Nonostante ci sia una crescita dei numeri assoluti, anche il dato sui ricoveri registra un rallentamento. Oggi negli ospedali abruzzesi ci sono 689 persone in terapia non intensiva (+28 negli ultimi sette giorni) e 74 in terapia intensiva (-1). Il 20 novembre c’erano 661 persone in terapia non intensiva (+64 nel periodo 13-20 novembre) e 75 in terapia intensiva (+18) e il 13 novembre c’erano 567 persone (+99 nel periodo 6-13 novembre) in terapia non intensiva e 57 (+15) in terapia intensiva.

A livello provinciale, l’incremento più consistente nell’ultima settimana si registra nell’Aquilano, con 1.246 contagi. Seguono il Teramano (+1.027), il Pescarese (+948) e il Chietino (+764). Nel periodo 13-20 novembre erano stati accertati 1.955 casi in provincia dell’Aquila, 1.203 in provincia di Teramo, 880 in provincia di Chieti e 676 in provincia di Pescara.