Coronavirus Abruzzo, caos per separazioni e mantenimento

Il blocco nei tribunali sta creando difficoltà nell’ambito di situazioni familiari con divorzi e separazioni. “A Chieti è tutto fermo fino al 15 aprile e tutte le udienze di separazione e divorzio rinviate”, spiega l’avvocato Monica D’Amico.

 

C’è “una serie di problemi pratici sui versamenti figli perché molte persone hanno difficoltà ad avere introiti”. Altra criticità è le visite ai figli, “un diritto che non è ostacolato dal decreto ma dalla gestione concreta e quotidiana: molte madri non danno il permesso ai bambini di uscire con i papà. Anche nel tribunale di Pescara “tutte le cause di divorzio e separazione sono state rinviate – dice l’avvocato Carlo Corradi . Alcune associazioni stanno cercando di stemperare gli effetti negativi innescati dal fermo della giustizia.

 

“Con il nostro staff contattiamo i nostri utenti – dice Fabio Erro, onlus ‘Sono Papà’ di Chieti – ci sono situazioni pendenti particolarmente difficili, convivenze di coppie che si stanno separando costrette a restare a casa”.