Classifica Censis 2019-2020 Facoltà di Architettura e Ingegneria in Italia: ecco le abruzzesi

Come ogni anno, dopo la pubblicazione della classifica delle migliori università al mondo stilata da QS World University Rankings, il CENSIS (Centro Studi Investimenti Sociali) ha pubblicato le classifiche delle università italiane, elaborate attraverso la valutazione degli atenei (statali e non statali, divisi in categorie omogenee per dimensione) relativamente alle strutture disponibili, ai servizi erogati, al livello di internazionalizzazione, alle borse di studio (e altri interventi in favore degli studenti), alla comunicazione e ai servizi digitali.

Complessivamente si tratta di 63 classifiche, tra le quali quelle che si riferiscono alle Facoltà di Architettura. I criteri Censis sono tre: punteggio generale ottenuto dalle varie facoltà, progressione di carriera e i rapporti internazionali.

Tra le Facoltà di architettura e quelle di ingegneria edile-architettura al primo posto generale si colloca la Facoltà di Architettura di Ferrara (105 punti, l’anno scorso erano 106 e quello prima 110), seguita da quella di Trieste (101,5 punti) e da quella di Pavia (93,5 punti). A ruota seguono Roma Tor Vergata (90,5 punti), Campania Vanvitelli (88 punti), il Politecnico di Milano (87 punti) e l’Università di Bologna (86,5 punti). Ferrara risulta al primo posto anche per quanto riguarda la progressione di carriera mentre è superata da Trieste per quanto riguarda i rapporti internazionali.

Le Facoltà abruzzesi si collocano a metà classifica circa (Pescara al quindicesimo posto) e a fine classifica (L’Aquila ventitreesimo posto), per quanto riguarda il punteggio generale, peggiorando per quando riguarda la progressione di carriera (Pescara 16° posto e L’Aquila 25°) riprendendo quota sui rapporti internazionali (13° posto L’Aquila e 15° Pescara).