Bilancio regionale, M5S: grazie ai nostri emendamenti migliorato un documento scarno

Il centro destra fallisce anche alla prova del Bilancio. Il documento più importante per la Regione Abruzzo si è rivelato vuoto e privo di qualsivoglia programmazione per migliorare la qualità della vita degli abruzzesi.

 

La seduta di Bilancio dovrebbe essere il momento in cui ottenere impegni concreti per le fasce più deboli della popolazione e programmare il futuro degli investimenti economici della Regione per l’anno venturo, ma così non è stato” ad affermarlo è il Capogruppo M5S Sara Marcozzi, che continua “nonostante questa Giunta abbia avuto la fortuna di insediarsi all’inizio dello scorso anno e quindi ben 10 mesi di tempo per mettere nero su bianco un crono-programma di interventi, ci troviamo davanti ad una manifesta incapacità di tradurre le esigenze dei cittadini in atti concreti. Una Giunta vittima della sua stessa propaganda, che li ha visti promettere di tutto in campagna elettorale senza però poi riuscire a concretizzare nulla, o poco più.

 

Come opposizione abbiamo voluto lavorare al meglio sottolineando ogni strafalcione sia nel metodo di questo processo normativo che nel merito dell’atto prodotto. Quello che ha contraddistinto questa prima prova del nove per la Giunta Marsilio, è sicuramente l’impreparazione della maggioranza nel redigere atti credibili. Rischiamo, infatti, di approvare un bilancio illegittimo – incalza Marcozzi – perché ci hanno presentato, in ritardo, un documento zeppo di imprecisioni, con modifiche inserite a penna e finanziamenti per proposte di legge che non sono nemmeno state discusse in commissione. Abbiamo voluto comunque entrare nel cuore delle proposte cercando di dare dignità ad un documento svilente della maggioranza. Pertanto abbiamo chiesto e ottenuto l’approvazione di 10 punti, che oggi grazie al nostro lavoro sono diventati capitoli di spesa per l’Abruzzo e soluzioni concrete alle necessità dei cittadini.

 

GLI EMENDAMENTI A FIRMA GIORGIO FEDELE: Contributo per il Registro regionale dei Tumori: +40mila euro. “Per la prima volta la Regione Abruzzo approva un impegno di spesa per sostenere il Registro tumori, uno strumento fondamentale per la prevenzione e lo studio del rapporto tra incidenza tumorale e territorio. I fondi saranno destinati per proseguire un’analisi epidemiologica nella provincia dell’Aquila, interrotta per mancanza di fondi, in cui si stavano delineando anomale corrispondenze tra territorio e diagnosi oncologiche”. Interventi a favore dell’Orso Bruno Marsicano: +40mila euro. “Abbiamo ottenuto che siano stanziati dei fondi per la tutela della bio diversità e della conservazione dell’orso bruno marsicano, che rappresenta ad oggi, una specie tanto rappresentativa della nostra regione quanto in pericolo di estinzione. I fatti di cronaca spesso ci raccontano di tristi avvenimenti, come quello accaduto a Castel di Sangro pochi giorni fa in cui un cucciolo ha vegliato tutta la notte mamma orsa uccisa da un automobilista”. Contributo per studio sui danni da fauna selvatica: +15mila euro. “Per sanare finalmente la situazione degli agricoltori messi in ginocchio a causa dei danni da fauna selvatica serve uno studio attendibile che ne verifichi i numeri reali. Questi fondi rappresentano un primo importante passo per poter iniziare a ragionare, dati alla mano, sulla situazione che grava ormai da anni sulle spalle di troppi agricoltori abruzzesi”.

 

GLI EMENDAMENTI A FIRMA SARA MARCOZZI: Fondi per Vita indipendente: +250mila euro. “Si tratta di un provvedimento volto a garantire il necessario aiuto economico alle persone affette da gravi disabilità. Fin dal nostro insediamento in Regione Abruzzo nella scorsa legislatura, ci siamo impegnati affinché il fondo per la Vita Indipendente venisse finanziato come merita. La cifra ulteriore che siamo riusciti a ottenere è ancora insufficiente per sostenere tutti gli abruzzesi che hanno bisogno, ma è un primo passo che abbiamo raggiunto e da cui ripartire per il futuro”. Fondi per le aree protette: +80milaeuro. “Ciclicamente le amministrazioni regionali, sia di centro sinistra che di centro destra, ci parlano dell’Abruzzo come la regione più verde d’Europa.Tuttavia, si dimenticano di trovare le risorse necessarie per proteggere le nostre aree protette. Col nostro intervento, abbiamo finalmente ottenuto un ulteriore impegno concreto nella direzione giusta”.

 

GLI EMENDAMENTI A FIRMA DOMENICO PETTINARI: Contributo per la Polizia Locale: +100mila euro. “La maggioranza aveva stanziato zero euro per la polizia locale, nonostante la continua propaganda sulla sicurezza del centro destra. Ma grazie al M5S per l’anno 2020 abbiamo ottenuto uno stanziamento per intervenire su attrezzature e formazione delle nostre forze di polizia urbana“. Contributo per le sedi provinciali dell’Associazione Nazionale Mutilati e invalidi civili: +60milaeuro. “Abbiamo aumentato i fondi per le Associazione che si occupa dei servizi e attività in favore degli invalidi civili e mutilati che vivono in situazioni di disagio. Abbiamo risposto ad un appello degli stessi associati poiché il fondo iniziale stanziato dalla Regione non era sufficiente per garantire la copertura delle basilari attività di sostegno”

 

GLI EMENDAMENTI A FIRMAPIETRO SMARGIASSI: Interventi per l’impianto di atletica leggera di Vasto: +250mila euro. “Grazie al nostro intervento sono stati inseriti i fondi necessarie per una pista di Atletica leggera nella città di Vasto che rispetti le specifiche CONI. Ora grazie a questo stanziamento sarà possibile disputare gare ufficiali anche dove non era possibile, permettendo a tanti giovani del nostro territorio di coltivare la passione e la filosofia di una vita sana che si esprime con l’attività sportiva”.

 

GLI EMENDAMENTI A FIRMA FRANCESCO TAGLIERI: Promozione per Paesi Dipinti: +150mila euro per triennio 2020/2022. “Grazie al M5S i comuni in Abruzzo riconosciuti come “Paesi Dipinti” avranno un sostegno da parte della Regione Abruzzo per incentivare attività di laboratorio e manifestazioni volte alla tutela del patrimonio artistico urbano e alla sua valorizzazione. I Paesi Dipinti rappresentano un incentivo sia per l’attività artistica delle nuove generazioni che un motore turistico per piccoli borghi delle aree interne”. Studio per interventi di mitigazione del dissesto idrogeologico a Lanciano: +80mila euro. “Il territorio lancianese convive storicamente con gravi problemi di dissesto idrogeologico, avendo al proprio interno aree interessate da crolli di natura erosiva. Uno studio per intervenire il prima possibile è necessario per tutelare la sicurezza della cittadinanza. Grazie a questo stanziamento si potrà intervenire su una questione annosa per tutto il tessuto economico e sociale della città”.