Abruzzo, sedi vacanti: accordo con i pediatri di libera scelta

E’ stato raggiunto l’accordo integrativo regionale con le organizzazioni sindacali dei pediatri di libera scelta, che introduce una procedura straordinaria per garantire l’assistenza ai pazienti in caso di cessazione dell’attività o trasferimento del pediatra stesso.

 

Lo comunica l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, al termine dell’incontro di oggi a cui hanno partecipato i rappresentanti delle organizzazioni, del Dipartimento regionale Sanità e delle Asl. Nell’intesa è richiamato un meccanismo che in prima istanza prevede l’assegnazione dei pazienti agli altri pediatri dello stesso ambito territoriale. Parallelamente, sulla base di una procedura tecnica di riconteggio degli assistiti a livello delle diverse Asl, viene verificata la possibilità di istituzione di una nuova sede.

 

“Voglio ringraziare – continua l’assessore – i rappresentanti dei pediatri e i funzionari del Dipartimento e delle Asl, che hanno lavorato con grande professionalità per individuare una soluzione efficace, nel rispetto della complessa normativa nazionale di riferimento, che impone dei parametri rigidi per l’assegnazione di nuove sedi per l’assistenza pediatrica.

 

Con questo percorso riusciremo a dare una risposta concreta alle istanze dei tanti genitori che si sono trovati improvvisamente senza pediatra, con tutti gli inevitabili disagi che questo comporta”.