Attività venatoria: prorogata la caccia al colombaccio

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 14:34

E’ stata prorogata fino al 10 febbraio prossimo la caccia al colombaccio nelle province di Teramo, Pescara e Chieti.

Il provvedimento è contenuto in una delibera, proposta dall’assessore con delega alla Caccia, Mauro Febbo, approvata oggi dalla Giunta regionale.
“La proroga” spiega Febbo “è stata concessa su richiesta delle Province, con il parere favorevole dell’Ispra. Il prelievo della specie è possibile solo nella forma dell’appostamento fisso o temporaneo senza l’ausilio del cane.

La caccia al colombaccio resta vietata in quattro siti di importanza comunitaria presenti nella provincia di Chieti. I cacciatori non residenti nelle province dove la caccia è stata prolungata possono esercitare il prelievo alla specie solo se il periodo di caccia coincide con quello stabilito dai calendari approvati dalle Province o Regioni di provenienza.

Sono diverse le iniziative prese dall’assessorato dal suo insediamento, finalizzate ad una corretta gestione tecnico-scientifica della caccia. Iniziative che fino al suo insediamento non sono state mai attivate e che oggi permettono al mondo venatorio di esercitare l’attività di caccia nella certezza del diritto”.