Abruzzo, Regione nomina Dandolo alla Corte dei Conti ma piovono critiche

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 3 Novembre 2017 @ 7:53

Pescara. Antonio Dandolo è stato designato oggi pomeriggio dal Consiglio regionale riunito a Pescara quale componente della sezione regionale della Corte dei Conti. L’ex direttore generale del Comune di Pescara ha ottenuto 18 voti.

“Sono molto felice per questa designazione – ha commentato il vicecapogruppo del PD in Consiglio regionale Alberto Balducci – avendo avuto modo di conoscere Antonio Dandolo durante la mia esperienza quale assessore al Comune di Pescara. Si tratta di una persona preparata e competente, abituata a vagliare con scrupolo anche i minimi dettagli di ogni questione”.

Per Maurizio Acerbo, segreteria nazionale di PRC, la nomina sarebbe “inopportuna” perché  D’Alfonso ha nominato “il suo ex-direttore generale al Comune di Pescara, Antonio Dandolo ,componente della Sezione regionale di Controllo della Corte dei Conti della Regione Abruzzo. Si tratta infatti di persona sicuramente competente ma legata a D’Alfonso da un lungo legame di collaborazione e fiduciario, tanto che venne anche coinvolto nelle inchieste giudiziarie che coinvolsero l’attuale Presidente della Giunta Regionale. Trattandosi di un ruolo di controllo sarebbe il caso che il Consiglio Regionale scegliesse una figura competente ma che abbia caratteristiche di terzietà rispetto al Presidente. Difficile immaginare e considerare credibile un controllore così vicino al controllato. Se D’Alfonso vuole utilizzare le competenze dell’amico Antonio lo faccia in una delle tante di postazioni di sua competenza”