ROSETO DANZA, di Giorgia Campanella Primo Laboratorio Di Movimento tenuto dall’ins Angelica Fossemò.

Si è svolto i primi di Gennaio presso la sede dell’Associazione ROSETO DANZA, il primo Laboratorio Di Movimento tenuto dall’insegnante Angelica Fossemò.

Dopo aver mosso i primi passi presso la scuola di Roseto, Angelica ha proseguito i suoi studi di danza a Reggio Emilia nella scuola Cosi – Stefanescu. Diplomatasi, ha iniziato a lavorare in compagni e sia in Italia sia all’estero e contemporaneamente ha iniziato un percorso di ricerca sul movimento che l’ha portata fino in Spagna dove attualmente vive e lavora nel Progetto ESMOV.

LABORATORIO DI MOVIMENTO

– Movement Research & Composition

La danza contemporanea investiga il movimento naturale trasformandolo in opera d’arte

Il corpo naturalmente si muove in modo automatico, per questo non abbiamo una coscienza del suo movimento.

In questo incontro si vuole connettere il corpo con la mente per generare movimento.

Si utilizzano elementi di Floorwork, del Linguaggio Gaga, del Contact-Improvisation e del Laban Analysis Movement con l’obiettivo di comporre con il gruppo una danza autentica fatta di intenzioni reali.

Floorwork

Nella danza il floorwork si riferisce ai movimenti eseguiti sul pavimento. Il floorwork è largamente utilizzato nella danza moderna, in particolare la tecnica Graham e la tecnica Hawkins, oltre che nella breakdance.

Il floorwork cambia la relazione del corpo con la gravità e richiede ai ballerini di navigare tra i livelli più alti e quelli più bassi (“entrare e uscire dal pavimento”). Queste caratteristiche sono fondamentali per l’uso del floorwork in coreografia e influenzano anche il suo ruolo nelle lezioni di tecnica. [2] L’esecuzione regolare del floorwork richiede giunzioni flessibili, un corpo rilassato e l’attenzione al feedback cinestetico fornito dal pavimento.

E’ la prova fisica del movimento scheletrico del corpo umano.

Linguaggio Gaga

Il linguaggio Gaga nasce dalla convinzione di Naharin che “il piacere fisico dell’attività fisica fa parte dell’essere vivo” e la connessione tra lo sforzo e il piacere attraverso il movimento.

Gaga, prima parola pronunciata da Ohad, non vuol essere tanto una codifica del movimento, ma uno stile per enfatizzare l’esperienza somatica del praticante. Far esprimere i propri istinti animali.

Le lezioni di Gaga sono costituite da un insegnante che conduce ballerini attraverso una pratica improvvisata che si basa su una serie di immagini descritte dall’insegnante. Naharin spiega che questo tipo di tecnica spinge i ballerini ad oltrepassare il limite della famigliarità.

Le immagini descritte dall’insegnante servono ad indirizzare l’improvvisazione dei praticanti, utilizzando parti del corpo ignorate in altri metodi.

Per incrementare la propria improvvisazione sono vietati gli specchi nella sala prove. La filosofia, è che tutti dovrebbero ballare.

La contact improvisation

(CI) è una pratica di danza nella quale i punti di contatto fisico, fra almeno due danzatori, diventano il punto di partenza di una esplorazione fatta di movimenti improvvisati.

Al di là dei semplici punti di contatto fisico, entra in gioco il contatto globale (auditivo, cinetico, percettivo/energetico ed anche affettivo) del danzatore con i suoi partner e con ciò che c’è intorno (il terreno, lo spazio, la forza di gravità, etc.).

La priorità viene data all’ascolto e alla fiducia tra i partner: i contatti devono essere fatti con fluidità, i ballerini devono essere disponibili ai movimenti dei partner e questi debbono adattare i loro movimenti e spostamenti reciproci.

Laban Movement Analysis

È un metodo e un linguaggio per descrivere, visualizzare, interpretare e documentare il movimento umano.

Si basa sul lavoro di Rudolf Laban, utilizzato da ballerini, attori, musicisti e atleti.

L’analisi del movimento Laban si divide generalmente in quattro categorie:

corpo: descrive le caratteristiche fisiche e strutturali del corpo umano mentre si muove.

questa categoria è responsabile di descrivere che parte del corpo si sta muovendo, quali parti sono collegate, che parti sono relazionate con altre, e dichiarazioni generali sull’organizzazione del corpo.

sforzo: si può definire anche dinamica, è un sistema per comprendere le caratteristiche più sottili sul movimento rispettando le intenzioni interne.

forma: mentre la categoria del corpo sviluppa principalmente le connessioni dentro del corpo e le intenzioni cuerpo/spazio, le forme che il corpo cambia durante il movimento si sperimenta e analizza attraverso la categoría della forma, lo spazio che occupa il corpo al di fuori del movimento interno.

spazio: di fondamentale importanza la teoria dello spazio del metodo Laban.

Questa categoria involucra il movimento in connessione con l’ambiente e con regole fisse di linee, livelli e direzioni.

La relazione è l’interazione tra persone, parti del corpo o persona con oggetto! La fraseologia si definisce come l’espressione personale di un movimento.

Obiettivi e Tematica

FARE – corpo e azioni – Ricerca di movimento in relazione allo spazio e ai corpi che lo occupano.

CREARE – Improvvisando con il movimento, la composizione coreografica si sviluppa dalla persona per maturare una critica e eliminare il giudizio che è solito impedire azioni naturalmente genuine.

ESSERE – L’essere autentico, più in là della forma per essere reale nella scena. Essere nel movimento e non solo fare il movimento.

PROYECTO ESMOV

https://www.facebook.com/esmoviment/

è un progetto che ha come obiettivo creare una rete di corpi interessata nell’arte del movimento con base in Spagna.

Un metodo finalizzato all’arte scenica ,uno studio complementare o principale per attori e danzatori, che studia il movimento, la sua origine e l’ evoluzione, si dirige anche a corpi non del mestiere e interessati.

Nella formazione di un gruppo misto si puó ritrovare la natura del movimento.

ESMOV promuove l’educazione al movimento – 3 fasce d’etá – infanzia – adolescenza – adulti, 

Ricerca,Teatro, Danza e Movimento, ha una produzione performativa individuale e multidisciplinare attualmente sta lavorando a un progetto audiovisuale sul tema della libertá con un grupo misto intergenerazionale composto da danzatori, attori e persone.

Roseto degli Abruzzi (TE), Via Molise, 8 393 473 0545