Un aiuto per combattere il mal di schiena può venire dal Cannabidiolo (CBD)

Hai un insopportabile mal di schiena che non vuole saperne di andar via? Ti potrebbe consolare il fatto che sicuramente non sei il solo.
Il mal di schiena è tra i primi eventi traumatici e dolorosi che causano diminuzione della qualità della vita, incapacità al lavoro, dolore e disabilità in tutto il mondo.

La maggior parte delle sensazioni dolorose definite “mal di schiena” sono auto-limitanti, cioè il corpo si riprende in circa 6 settimane con l’uso di analgesici, esercizio fisico e altri trattamenti, come massaggi o fisioterapia.
Quando la lombalgia dura più di tre mesi, viene definita cronica.
Un aiuto per combattere il mal di schiena, sia acuto che cronico, può venire dal Cannabidiolo (CBD) .

Vivere con il mal di schiena, sia acuto ma soprattutto cronico, implica spesso non poter compiere le consuete attività quotidiane. Ciò può indurre sensazioni di frustrazione, incapacità e, a volte, anche depressione. La situazione risulta particolarmente desolante quando non si riesce a trovare sollievo dal dolore né utilizzando le medicine né le diverse tecniche, anche quelle più tradizionali.

Fortunatamente, potrebbe esserci una soluzione alternativa: la Cannabis e il sollievo dal mal di schiena sono fortemente correlati e i risultati dei vari studi sembrano promettenti.

Le ragioni per cui la Cannabis potrebbe essere utile per il mal di schiena risiedono nelle proprietà farmacologiche dei fitocannabinoidi: l’effetto analgesico e quello anti-infiammatorio sono quelli che maggiormente spiegano il perché la Cannabis possa essere un trattamento efficace per trattare il mal di schiena.

In uno studio, effettuato negli Stati Uniti, vengono presentati due casi clinici, due pazienti che descrivono l’uso del CBD per il sollievo sintomatico di una frattura da compressione lombare (dolore acuto) e per la mitigazione del dolore toracico cronico e della disestesia (una sensazione che sembra strano provare, senza una specifica ragione) secondaria a un meningioma trattato chirurgicamente.
I due pazienti erano stati diagnosticati con dolore neuropatico e radicolare ed erano naive all’utilizzo di farmaci a base di oppioidi.

Entrambi i pazienti analizzati avevano assunto, due volte al giorno, infiorescenze di CBD.
Per entrambi, sono stati riportati i dosaggi, i modi di somministrazione, la frequenza dell’uso e gli eventuali effetti collaterali.

L’utilizzo di CBD è risultato efficace ed in grado di indurre effetti antinocicettivi e anti-infiammatori sui pazienti analizzati.
La riduzione del dolore, misurata con apposite schede di valutazione, è risultata significativa in entrambi i casi e non sono stati riportati particolari effetti collaterali.

Per avere maggiori informazioni e per sapere le quantità di CBD dei nostri prodotti basta mandare un messaggio o chiamarci al numero 3248169597

TROVATE WEEDY SHOP AD ALBA ADRIATICA SUL LUNGOMARE MARCONI 128.

Per restare aggiornato segui la pagina Instagram e facebook @weedy_shop_h24_alba_adriatica.