Visita di Marsilio in Val Vibrata. Pd: la solita passerella

Ultimo Aggiornamento: martedì, 27 Luglio 2021 @ 14:03

Val Vibrata. La visita istituzionale, in Val Vibrata, in alcuni comuni da parte del presidente della Regione Marco Marsilio, accompagnato dal sottosegretario Umberto D’Annuntiis, viene etichettata dal Pd come una passerella. In una nota, infatti, il vice-segretario Dem, Paolo Tribuiani, non è tenero nei giudizi.

 

 

“Visto che il romano Marsilio e D’Annuntiis, per paura di sonore contestazioni, si sono ben visti dall’incontrare la gente, andando solo a far visita a sodali e amici fidati, non hanno potuto, e aggiungo voluto, toccare con mano i problemi da loro creati sul nostro territorio, glieli ricordo io: a Colonnella, dopo passerelle e promesse, il problema della puzza e dei cattivi odori è ancora presente, cosa intende fare la Regione? A Sant’Omero non si hanno ancora notizie sul futuro della Casa di Riposo “G. Campanini”, chiusa in piena pandemia e trasferita per scelta politica, in un comune amico: che punto è l’iter per la sua riapertura? A Martinsicuro avevano promesso la rifioritura delle scogliere ed i ripascimenti…ma non vi è alcuna traccia di interventi e il balneatori, così come nei comuni limitrofi, sono sul piede di guerra!” sottolinea Tribuiani.

 

“Per non parlare poi di Alba Adriatica dove, al netto delle passerelle elettorali del Sottosegretario D’Annuntiis e di qualche suo collega, la Regione a guida Marsilio è la sola e unica responsabile della mancata assegnazione della Bandiera Blu, come confermato con propria nota dall’Arta. Per non parlare delle promesse fatte agli operatori della zona nord del comune dove, in due anni e mezzo, non hanno posato nemmeno un granello di sabbia” scoraggiati da questa politica assenteista del centro destra! Perché non avete fatto un giro su queste coste dilaniante dall’erosione? Il motivo ormai è chiaro a tutti!

 

“E che fine ha fatto il milione di euro promesso, ma bloccato dalla Giunta Marsilio, ai balneatori offesi dalle mareggiate? E i dieci milioni che erano stati garantiti ai ristoratori per contrastare gli effetti del Covid? E il rinnovo dell’Area di Crisi Complessa Vibrata-Tronto che vede l’Abruzzo fermo mentre le Marche hanno già fatto richiesta? E l’ospedale “Val Vibrata” che attende ancora, dopo due anni, la risonanza promessa, i tredici posti di lungodegenza e le tante mirabolanti promesse fatte dagli esponenti del centrodestra in campagna elettorale? E che dire, solo per concludere, del Liceo Aeronautico di Corropoli? Per anni “forziere” del potere di un noto politico locale e ora lasciato morire nell’indifferenza da Marsilio e dei suoi?” conclude il Vice Segretario Provinciale DEM.

 

“Insomma, Marsilio e D’Annuntiis avrebbero fatto meglio a evitare questa ennesima passerella elettorale in Val Vibrata dopo aver preso in giro, per anni, questo territorio. Ormai non gli crede più nessuno, i cittadini hanno compreso che le loro sono “promesse da marinaio” e nulla più! La smettano di prendere in giro i vibratiani e si rimbocchino le mani per risolvere i problemi che loro hanno creato invece di provare sempre a scaricare le colpe su chi li ha preceduti!”.