Teramo, Verzilli: “Progressioni devono essere attribuite in base al merito”

ivan verzilli

Teramo. “Stante le innumerevoli criticità giornaliere è opportuno che le progressioni siano sbloccate con estrema priorità, come i concorsi! Sto parlando di persone che si sono messe a disposizione, rischiando contagi covid-19 insieme alle loro famiglie, pur di non gravare sulla pubblica amministrazione. Sbloccare urgentemente – ritardi, anziché accelerazioni per le progressioni economiche orizzontali cat. Ex art.16 (bando scaduto il 9 dicembre 2019) per le categorie: A1, B1, C1, e D1”, è quello che chiede il consigliere comunale della Lega, Ivan Verzilli.

“Evidenzio la necessità che le progressioni siano attribuite secondo un criterio meritocratico e non meramente automatico. Le stesse progressioni orizzontali sono la base per poter costruire la nuova piramide organizzativa annunciata, considerando lo stravolgimento dei settori e la gravissima e pesante carenza di personale; nessun piano di attività a remunerare e riconoscere emolumenti per ogni unità di lavoratore volenteroso che si è fatto carico del lavoro di troppi dipendenti usciti (pensionamenti). Inopportuno e scorretto, in quanto quei lavoratori sarebbero stati pagati per svolgere tale carico ed è constatato che i carichi di lavoro sono stati e sono tutt’ora svolti da chi è rimasto in servizio, ed è per questo che i piani di attività premiali sono opportuni”.

E ancora: “Faccio appello al buonsenso del Sindaco D’Alberto affinché venga formulato un piano di premialità sulle attività, riconoscendo ai dipendenti il sovraccarico di lavoro e inserendo un premio giustificato dalla diminuzione dei costi del personale da ripartire ai dipendenti con il maggior carico di lavoro. Ci si preoccupi di premiare chi da almeno due anni, sta compensando tali mancanze. Impegno profuso ad onor del vero, da alcuni in modo veramente meritevole. É per questo che oltre le progressioni di qualifica, andrebbero a questi impiegati, il riconoscimento da parte dell’amministrazione di compensi extra, vista l’eccezionalità dell’emergenza Covid, non tutti sono rimasti in ufficio a mandare avanti la barca”.

“Inoltre”, aggiunge il consigliere Verzilli, “se il comune, come prevede la nuova legge assunzionale, permette di assumere al di fuori dei propri concorsi, cioè attraverso altre graduatorie di altri enti, quando ci saranno allora i concorsi per gli interni? E parlo di concorsi con una percentuale alta, pari al 50 per cento, riservata ai dipendenti interni. I posti che non troveranno collocazione con il personale interno, potranno essere messi a concorso per gli esterni, ma si proceda celermente, perché l’ente è al collasso. Dove sono i piani di attività per ogni settore disastrato? La città si governa anche grazie ai dipendenti che mettono tutto se stessi e purtroppo sono gli stessi che si prendono il malcontento degli utenti”.

Verzilli conclude ringraziando” di vero cuore ciò che é sotto gli occhi di tutti, – il lavoro dei nostri dipendenti comunali a cui però, non viene dato il giusto risalto, ringrazio quindi i dipendenti tutti, un bene prezioso da tutelare per la nostra Città.”