Teramo, riordino collegi elettorali: mozione del consiglio comunale per salvare la provincia

Teramo. Nella conferenza dei capigruppo di questa mattina, il Presidente del Consiglio Comunale, Alberto Melarangelo, unanimemente con il sindaco Gianguido D’Alberto, ha raccolto l’istanza proveniente dal Consigliere Bartolini di Italia Viva per elaborare una mozione da approvare al prossimo Consiglio Comunale del 22 dicembre relativa al progetto di Legge che riordina i collegi elettorali e che di fatto cancella la rappresentanza per quanto riguarda la provincia di Teramo.

Si è dato mandato alla conferenza dei capigruppo, quindi a tutti i gruppi consiliari, “di elaborare un documento, che verrà approvato all’unanimità, nel quale si denuncia la mortificazione della rappresentanza parlamentare del nostro territorio, tra i pochissimi in Italia, e lo smembramento di fatto di una provincia storica che perderebbe i propri rappresentanti in Parlamento”.

“Si tratta dell’iniziativa che viene ripesa dal massimo consesso rappresentativo della comunità teramana per tenere alta l’attenzione su una questione che non è ancora stata decisa in maniera definitiva. Il documento sarà inoltrato alla Camera, al Senato, al Ministro per i rapporti con il Parlamento, alle Commissioni Affari Costituzionali, in modo da sventare questo pericolosissimo progetto che allontanerebbe ancora di più i cittadini dalle istituzioni – sostengono Sindaco e Presidente del Consiglio – perché negare la rappresentanza parlamentare del territorio è un atto gravemente lesivo della democrazia”.