Teramo, nuovo ospedale. Berardini: “Follia parlarne quando non si conosce ancora tipologia”

“Mi preme ribadire la posizione del Movimento 5 Stelle da subito chiara e condivisa con i cittadini in merito al nuovo ospedale”. A dirlo in una nota il deputato teramano Fabio Berardini.

“Qualsiasi tipologia di ristrutturazione o costruzione deve essere fatta a Villa Mosca con finanziamento pubblico. Per l’ora l’importo a carico dello Stato è pari a € 81.590.0 00 ed eventualmente nuovi fondi si possono trovare. Appare una follia il fatto che si parli di nuovo ospedale quando ancora non si capisce ancora se Teramo avrà un ospedale di primo o di secondo livello. Il consiglio regionale dovrà darci una risposta unanime perché ad oggi dalla maggioranza che governa la regione Abruzzo, non l’abbiamo avuta”.

E ancora: “Ed è grave il fatto che i cittadini siano ignorati e non siano consultati preventivamente proprio su una scelta strategica come quella che riguarda la sanità. Provvederemo come Movimento 5 Stelle a fare un accesso agli atti. Ribadiamo la contrarietà all’ospedale nuovo a Piano D’Accio, e ricordiamo che proprio la Regione, ha la facoltà (ovviamente se ha la volontà politica di farlo) di modificare la tipologia d’intervento formalizzando la richiesta che deve essere inserita in un decreto di modifica da sottoporre al Ministro competente.  Quindi i fondi stanziati potrebbero essere usati per ristrutturare il Mazzini o, se proprio inattuabile, costruire una nuova struttura accanto. L’ospedale deve rimanere a Teramo. E’ assurdo pensare di abbandonare un terreno pubblico e costruire in un terreno privato” conclude il deputato del Movimento 5 Stelle.