Teramo, lavoratori Tercoop a rischio: “Grave la posizione del Comune”

Mauro Pettinaro (Segretario Generale Filcams Cgil Teramo) e Luca Di Polidoro (Fisascat Cisl Abruzzo Molise) invitano i capigruppo del consiglio comunale di Teramo ad un’assemblea autoconvocata al parco della Scienza per domani alle ore 18:00, insieme ai lavoratori della Tercoop, per chiedere garanzie sul bando di gara di appalto sui livelli occupazionali e salariali.

“L’assemblea è stata organizzata in considerazione degli incontri intercorsi con i rappresentanti della Giunta del Comune di Teramo e il Sindaco Gianguido D’Alberto che non hanno fornito garanzie sui posti di lavoro e sulle ore contrattuali delle lavoratrici e dei lavoratori attualmente impiegati nel servizio dei parcheggi del Comune di Teramo. Nella determina dirigenziale del 16 aprile, infatti, non erano configurate le ore contrattuali e questo rappresenta la grande incertezza sul futuro salariale delle lavoratrici e dei lavoratori che per tanti anni hanno lavorato nel servizio dei parcheggi del Comune di Teramo”.

E proseguono: “Riteniamo, quindi, grave ed ingiustificata la posizione del Comune di Teramo che mette a rischio il futuro degli operatori ed è inaccettabile che un’istituzione pubblica possa, di fatto, determinare riduzioni o licenziamenti di posti di lavoro. Per queste ragioni chiediamo ai capigruppo del consiglio comunale di intervenire domani alle ore 18:00 all’assemblea autoconvocata al Parco della Scienza (sede del Consiglio Comunale e casa di tutti i cittadini) per dare risposte e, insieme, chiedere certezze riguardo il futuro delle lavoratrici e dei lavoratori interessati. Il 15 settembre 2020 in occasione del Consiglio Comunale avevamo avuto garanzie a riguardo e abbiamo sempre ricevuto rassicurazioni in ogni momento di confronto riguardo le ore e i posti di lavoro. Ad oggi non ci sono più queste certezze”.