Teramo, “Lavoratori MoTe pagati in ritardo e senza 14esima”

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 22 Luglio 2021 @ 16:30

“Come organizzazione sindacale siamo indignati dall’ennesimo episodio che vede i lavoratori del MoTe pagati in ritardo e, ad oggi, non vi è traccia della quattordicesima mensilità del 2021. Era già successo in passato che non venisse pagata la tredicesima e la quattordicesima, salvo poi pagarle in due tranche. Ci risiamo. Ricordiamo, come organizzazione, che i lavoratori devono essere pagati il 15 del mese come prevede il contratto applicato”. A dirlo Massimo Di Carlo, di Fiadel Teramo.

“La MoTe, azienda a capitale pubblico, effettua il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per i Comuni soci dell’Alto Vomano. Ci chiediamo, allora, perchè non paga gli stipendi con regolarità? I Comuni soci pagano la Mote? Quando il servizio di raccolta e smaltimento era affidato ad altre aziende (vedasi Montorio al Vomano con la Diodioro Ecologia, Crognaleto, Pietracamela, Fano Adriano con la Teramo Ambiente, la Rieco con i comuni della Comunità Montana zona Laga) i lavoratori venivano pagati regolarmente tutti i mesi. I sindaci dei Comuni che oggi hanno il servizio col MoTe cosa dicono? A questi sindaci interessa la qualità del servizio ma non se vengano pagati o meno i lavoratori che lo garantiscono quotidianamente? Ricordiamo che si tratta di lavoratori che, con abnegazione, nonostante l’orario ridotto si trovano costretti ad effettuare straordinario, specie in questo periodo e specie nelle località turistiche”.

E conclude: “Basta ritardi negli stipendi. In attesa che anche la quattordicesima mensilità venga pagata, non escludiamo ogni azione di lotta utile a salvaguardare i diritti dei lavoratori”.