Teramo, Fagnano verso il dipartimento regionale della sanità

Roberto Fagnano, direttore generale della Asl di Teramo, sta per lasciare l’incarico per assumerne un altro ancor più prestigioso, quello di direttore del dipartimento sanità della Regione Abruzzo.

La Giunta Regionale e il Governatore Marco Marsilio hanno di fatto operato la loro scelta. L’atto di incarico è pronto e forse già prima di Ferragosto, verrà ratificato dai vertici regionali. Fagnano andrà a ricoprire dunque un incarico di prestigio, avrà il compito di analizzare la sanità abruzzese e di prendere, di concerto col governo regionale, le soluzioni migliori per fare in modo che l’intera struttura sanitaria regionale sia virtuosa sotto il profilo organizzativo, sia per quanto riguarda l’offerta in termini di prestazioni e diagnostica.

Fagnano era stato nominato direttore generale della Asl di Teramo nel 2014 e riconfermato nel 2017 per i successivi tre anni. Ha lavorato per migliorare la sanità teramana, raggiungendo obiettivi importanti sotto l’aspetto organizzativo e soprattutto per quanto riguarda la sistemazione dei conti. Il Governatore Marsilio e l’assessore alla Sanità Nicoletta Verì hanno riconosciuto a Fagnano gli ottimi risultati di bilancio ottenuti in questi anni di dirigenza.

C’è un dato che ha fatto pendere la bilancia a favore del direttore generale della Asl di Teramo: essere l’unica Asl in Abruzzo ad aver chiuso i conti in attivo. Fagnano fu scelto dall’allora governatore Luciano D’Alfonso e il fatto che Marsilio abbia deciso di nominarlo oggi direttore del dipartimento regionale della sanità lascia intendere che si è tenuto conto del lavoro svolto in questi anni dal responsabile della struttura sanitaria teramana e non certo da questioni politiche.

Fagnano, che ha sempre sostenuto di avere un sogno, quello di costruire il nuovo ospedale a Piano d’Accio, dovrebbe assumere l’incarico dal primo settembre. Al suo posto, alla Asl di Teramo subentrerà il “reggente”, cioé il direttore amministrativo Maurizio Di Giosia che è anche è nell’elenco nazionale degli aspiranti manager e che parteciperà quindi al bando per la nomina del nuovo direttore generale della Asl di Teramo, attesa già entro l’anno.