Teramo, Cozzi tende la mano a Covelli: “Ha ragione, serve centrodestra unito”

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Dicembre 2019 @ 20:18

Il delegato comunale di Forza Italia, Mario Cozzi, risponde alla richiesta di ritrovare unità nel centrodestra da parte dell’ex candidato sindaco Alberto Covelli.

“Riscontro con piacere la proposta di Alberto Covelli per dare vita ad un coordinamento permanente delle forze di centrodestra e civiche alternative all’attuale amministrazione comunale di sinistra – dice Cozzi – Dopo quasi due anni siamo di fronte al fallimento dell’attuale amministrazione, che ha infilato una sequenza spaventosa di gaffe, errori e manchevolezze. In città ormai vige il disordine se non l’anarchia: dal parcheggio selvaggio alla raccolta rifiuti, dalla Tercoop alla Soget, fino ad arrivare alla comica apertura e chiusura dello sportello lavoro alla velocità di Speedy Gonzales”.

E ancora: “Una amministrazione incapace di prendere decisioni e che pare rifugiarsi solo nella aggiunta di altri due nuovi assessori, arrivando così a 9, solo per trovare una forma di stabilità. Facendo seguito alla proposta Covelli, già raccolta anche da Morra, dichiaro la mia disponibilità e quella di Forza Italia, auspicando che giungano anche quelle di tante altre forze presenti in Consiglio ed in città perché il vero tema, tra due o tre anni, non sarà quello di battere questa amministrazione invisibile, bensì quello di non ripercorrerne gli errori, frutto della improvvisazione, della impreparazione, ed in buona sostanza del peccato originale di non avere una reale proposta per la città ma di essere solo un cartello elettorale contro. Noi dovremo costruire un progetto serio, una coesione fondata su una comunità umana e politica come quella che quindici anni orsono regalò alla città i migliori anni degli ultimi lustri, con nuovi volti e nuove competenze, e con l’entusiasmo, la le capacità e la visione che mancano agli attuali amministratori”.

Cozzi invita “al lavoro dunque, da subito dopo le feste, per costruire per tempo il governo che questa città merita”.