Sant’Omero, polizia locale: la minoranza scrive al prefetto

Sant’Omero. Il gruppo consiliare di minoranza Sant’Omero Futura ha scritto una sorta di lettera aperta al prefetto di Teramo per sollevare il caso della polizia locale e delle procedure legate all’assunzione di un agente a tempo determinato in attesa, poi, di procedere a rinforzare la pianta organica con un agente in pianta stabile.

 

La lettera fa una ricostruzione di alcuni passaggi recenti, anche in consiglio comunale.

 

La lettera scritta al prefetto

E’ ormai trascorso un mese dall’ultima assise in Consiglio Comunale dove il Sindaco Andrea Luzii rassicurava tutti i consiglieri presenti che, nel giro di pochi giorni, sarebbe stato assunto un nuovo Agente di Polizia Locale a tempo determinato fino a fine anno e di aver già dato mandato al Responsabile del Settore Personale Paolo Di Pierdomenico di provvedere in tal senso, mediante l’approvazione di una Delibera di Giunta, giustificandosi della mancata proroga dell’Agente di Polizia Locale a tempo determinato in servizio fino a quel momento nel rispetto di uno specifico regolamento comunale.

Sempre durante il consiglio comunale il Sindaco altresì rassicurava i consiglieri presenti comunicando di aver già dato mandato, sempre al Responsabile del Settore Personale di provvedere all’assunzione di un nuovo Agente di Polizia Locale a tempo indeterminato. Queste promesse e rassicurazioni sono cadute nel vuoto in quanto il Comandante Vito Pace attualmente presta ancora servizio da solo.

Questa lettera aperta è un appello rivolto a Sua Eccellenza il Prefetto di Teramo, il quale si spera possa sensibilizzare urgentemente l’amministrazione Luzii ad effettuare le assunzioni promesse, risolvendo in parte la grave carenza di personale del Corpo di Polizia Locale di Sant’Omero in questo periodo particolare, anche in considerazione del fatto che la Questura di Teramo ha emanato un ordine di servizio con il quale comunica, ai Sindaci dei Comuni della provincia di Teramo, di garantire la vigilanza anti-Covid all’interno dei propri territori di competenza.

In particolare per le Polizie Locali si richiama la necessità di un attento monitoraggio e controllo, oltre che nelle aree urbane, che sono luoghi di ritrovo dei più giovani, per prevenire assembramenti specie nelle ore pomeridiane, anche di tutti gli altri divieti previsti nell’ambito della cosiddetta “zona rossa” del Decreto che interessano le varie tipologie di esercizi pubblici (rispetto chiusure, modalità di fruizione dei prodotti venduti, divieto di consumazione all’esterno dei locali). Si evince, pertanto, la necessità di un utilizzo di pattuglie di Polizia Locale durante l’intera giornata.

Purtroppo rispettare ad oggi queste richieste a Sant’Omero sembra alquanto improbabile, vista la dotazione organica che vede in servizio solo il Comandante Pace.

Ci affidiamo al Prefetto affinché si possa chiudere quanto prima questa triste vicenda, soprattutto in considerazione dell’emergenza sanitaria in corso causa Covid”.