Sant’Omero, polizia locale e assunzioni: l’opposizione torna a “pungere” l’esecutivo

Sant’Omero. Continua a correre sul filo sottile della polemica il confronto, tra maggioranza e opposizione, sulla questione legata all’assunzione temporanea di un agente della polizia locale.

 

Solo ieri, infatti, l’esecutivo ha prorogato di un mese il contratto con l’agente già in servizio.

“Tutto secondo manuale”, scrive in una nota il gruppo di minoranza Sant’Omero Futura, “l’unica nota stonata è che solo qualche giorno fa, la stessa non era stata deliberata dalla giunta, ci chiediamo solo quale motivazione si celi dietro tale scelta.

Vista la “nostra imbarazzante ignoranza amministrativa” a detta dell’attuale maggioranza, siamo qui a chiedere lumi a chi invece è depositario di tutte le verità.

Chiediamo con quale logica non si ottemperi all’applicazione di una legge regionale che prevede un organico molto superiore, che negli ultimi tre anni ha visto in servizio il solo Comandante Pace Vito con l’esclusione di qualche mese nei periodi estivi.

Forse il mancato rispetto della legge è responsabilità dei funzionari, forse della passata amministrazione o addirittura della minoranza stessa, vedremo quale scusa verrà utilizzata.

“L’approvazione della delibera“, proseguono i consiglieri di minoranza, “coincide con l’arrivo del nuovo segretario comunale, per adesso a scavalco e non in convenzione come dichiarato dallo stesso Sindaco nell’ultimo Consiglio Comunale, augurandogli un buon lavoro, speriamo riesca a fare evadere le varie richieste di atti e documenti che noi della minoranza attendiamo da diversi mesi”.