Roseto, problemi di scarsa illuminazione con i nuovi lampioni e led

Roseto. “Nelle ultime settimane l’azienda aggiudicataria del project financing sta provvedendo alla sostituzione dei lampioni o all’ammodernamento di quelli esistenti in molti punti della nostra cittadina, ma purtroppo il risultato è decisamente deludente”.

Lo hanno dichiarato gli esponenti del Gruppo Giovani di Casa Civica, aggiungendo che: ”Abbiamo registrato che in molti punti della città i lavori sono stati svolti correttamente ed hanno effettivamente migliorato l’illuminazione ma non in tutte le zone purtroppo questi lavori hanno avuto lo stesso risultato: nel centro cittadino, ad esempio la visibilità notturna si è notevolmente ridotta”.

“Lungo la Statale 16 – dichiara Christian Aceto- in molti lampioni è stato sostituito solo il corpo illuminante lasciando il vecchio palo, con il risultato che le nuove lampade a led non rendono e illuminano poco e male. Se prima con un’unica fila di pali si riusciva ad illuminare tutta la strada, adesso con le nuove luci, l’illuminazione è molto focalizzata e quindi, lasciando il numero di pali invariato, il passo pedonale è allo scuro mettendo a rischio la sicurezza dei passanti e danneggiando i commercianti” .

“Attraverso il Project financing l’azienda Menowatt s.p.a., che ha vinto il bando, si è impegnata per 12 anni nella gestione della pubblica illuminazione del nostro comune, ricevendo in cambio l’introito dei parcheggi a pagamento per lo stesso arco di tempo” sottolinea Mattia Vittorio Narcisi.

”Questo tipo di contratti di finanza strutturata – aggiunge ancora Narcisi – non facendo affidamento su un ammontare certo di denaro, possono esporre le parti a molti rischi e se non sono strutturati con la massima attenzione e il comportamento dei contraenti non viene costantemente monitorato possono esporre la comunità ad un importante *danno economico*, per questo motivo invitiamo l’amministrazione ad effettuare tutte le verifiche in modo tempestivo”.

”Nei prossimo giorni” – concludono i giovani di casa civica – ” approfondiremo la questione con l’accesso agli atti, perché è il caso di dire che bisogna fare luce sul project financing e su come si impegnano le risorse della collettività”.